Primark a Genova, rinvio dell’apertura al 2025 nel palazzo ex Rinascente

I tempi previsti in origine si sono dilatati anche a causa del Covid e poi dell'incremento dei costi dell'energia e delle materie prime

Primark a Genova, rinvio dell’apertura al 2025 nel palazzo ex Rinascente

La conferma dell’interesse di aprire un punto vendita a marchio Primark nell’edificio dell’ex Rinascente di Genova è arrivata lo scorso ottobre, ma i tempi previsti in origine si sono dilatati anche a causa del Covid e poi dell’incremento dei costi dell’energia e delle materie prime e l’apertura è prevista per il settembre 2025. Per questo il Comune di Genova ha così concesso la proroga della sospensione dell’attività commerciale su richiesta di Banca Carige spa e Commerciale Piccapietra (la Banca in qualità di proprietaria dell’immobile, la seconda in qualità di conduttore dell’immobile stesso dopo la cessione da parte di Rinascente spa, titolare della autorizzazione dal 1974) al 30 settembre 2025.

Il tempo insolitamente lungo (la sospensione dovrebbe durare un anno) è stato appunto concesso proprio perché giustificato da circostanze non imputabili all’operatore.

Da quello che emerge dalla determina dirigenziale del Comune è programmato un intervento radicale di completa ristrutturazione dei locali che, essendo in un edificio costruito tra il 1958 e il 1962, non sono più conformi né agli attuali requisiti di sicurezza né alle esigenze commerciali degli odierni operatori.

La superficie di vendita autorizzata di 8.900 mq è stata ridotta negli anni agli attuali 4.799 mq. Le previsioni del nuovo operatore prevedono un piano occupazionale di circa 200 unità a regime.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.