Villa Durazzo a Santa Margherita: entro fine gennaio via ai lavori di restyling

Due milioni di euro che verranno interamente coperti con fondi finanziati tramite Pnrr

Villa Durazzo a Santa Margherita: entro fine gennaio via ai lavori di restyling

A Santa Margherita Ligure è stato presentato il restyling del verde, dei camminamenti (in risseu e in mattonato) e delle statue di Villa Durazzo.

L’ultimo intervento importante al parco della storica residenza risale ai primi anni del Novecento; e da quando la Villa è diventata di proprietà comunale, ovvero dal 1972, quindi esattamente cinquant’anni fa, per la prima volta verranno effettuati lavori di ripristino e conservazione nel parco e nel giardino all’italiana.

Interventi, approvati dalla giunta comunale, per complessivi due milioni di euro, che verranno interamente coperti con fondi finanziati tramite Pnrr e che sono stati illustrati dall’amministrazione alla presenza del pool di professionisti che ha redatto questo progetto di manutenzione, restyling e valorizzazione del Parco della Villa seicentesca: l’architetto Stefania Spina, B&Partners e gli ingegneri Canale e Giannantoni.

L’intervento pone le basi per un rilancio della fruizione del parco e del giardino in stretta relazione con il paesaggio. Lo scopo è quello di restituire il Parco di Villa Durazzo come “bellezza pubblica” e luogo identitario per le comunità. Alcune zone verranno interamente restaurate, mentre sull’intera superficie saranno attuati interventi di messa in sicurezza statica, sia delle murature sia delle alberature. Si provvederà a una transizione ecologica, con efficientamento degli impianti a servizio del verde, il tutto nel rispetto della storicità del parco.

Le aree restaurate, in tutte le loro parti (vegetazionale, architettonica, scultorea e impiantistica), saranno il giardino all’italiana e l’area dell’agrumeto, la zona di ingresso e l’arboreto di levante, il giardino segreto, l’area di settentrione e il viale di accesso.

«Un sogno che sta ora per concretizzarsi − dichiarano in una nota congiunta il sindaco Paolo Donadoni e l’assessore con incarico speciale a Villa Durazzo Beatrice Tassara − e per il quale è doveroso ringraziare tutte le realtà che hanno contribuito, con un encomiabile lavoro di squadra, ad intercettare i fondi del Pnrr e a rendere ora esecutivo questo progetto. A cominciare dalla Progetto Santa, con cui condividiamo il percorso di crescita di Villa Durazzo, i professionisti interni ed esterni al Comune, la Soprintendenza, per la quale il Comune di Santa Margherita Ligure si conferma interlocutore continuativo e dinamico. A breve verrà riaperto, per la prima volta da quando Villa Durazzo è di proprietà pubblica, il portale a mare, che rientra in un precedente insieme di lavori, ed è come se questo intervento, altrettanto importante, cedesse idealmente il testimone a questo nuovo progetto di massiccia riqualificazione del Parco. Termina l’uno, inizia l’altro. Villa Durazzo è il più importante bene pubblico di cui dispone il nostro Comune, assai impegnativo da mantenere ma dalle enormi potenzialità, da conservare e da fruire, per la bellezza e la storia che rappresenta ma anche per essere cuore pulsante turistico e culturale della città. La Villa custodisce tante preziosità, ora ci avviciniamo al completamento della piena apertura di un bene che contiene così tante suggestioni in unico luogo».

I lavori, suddivisi in cinque lotti per consentire l’utilizzo della Villa anche durante gli interventi, verranno appaltati a breve e, nel rispetto dei tempi imposti dal Pnrr, dovranno iniziare entro il 31 gennaio 2023, per concludersi obbligatoriamente entro la fine dell’anno solare 2024.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.