Rapallo: il Comune acquisisce Villa Devoto per 1,5 milioni di euro

Potrà ospitare eventi, matrimoni e associazioni culturali e diventerà luogo di incontro e formazione per la cittadinanza

Rapallo: il Comune acquisisce Villa Devoto per 1,5 milioni di euro

Il Comune di Rapallo ha approvato l’acquisizione di Villa Devoto e del giardino di pertinenza al prezzo complessivo di 1 milione e 500 mila euro.

L’immobile è situato al civico 42 di via Magenta di fronte all’ingresso storico del palazzo municipale di piazza delle Nazioni ed è parte del complesso di proprietà dell’allora avvocato Luigi Canessa, che negli anni 50′ donò al Comune l’omonimo parco.

L’amministrazione ha manifestato la volontà di acquisire l’immobile per ottimizzare e valorizzare il patrimonio comunale. La struttura, che è in posizione strategica ed è stata dichiarata di interesse e pregio storico, artistico e architettonico, grazie alle sue caratteristiche può essere adibita a sede di eventi, matrimoni e associazioni culturali nonché luogo di incontro e formazione per la cittadinanza.

«Oggi è una giornata di festa per la nostra comunità. Chiunque conosca il mercato immobiliare non può che concordare sull’ottima operazione effettuata dalla nostra amministrazione, avvalorata da perizie che si sono espresse favorevolmente valutandola come congrua − ha commentato il sindaco Carlo Bagnasco − l’operazione fa seguito all’alienazione di Villa Riva, un immobile vincolato e non fruibile da parte della cittadinanza, venduto a 1 milione e 700 mila euro, a fronte di una base d’asta che era stata fissata a 1 milione e 380 mila euro generando così un plusvalore per la collettività di circa 320 mila euro. Questo ci consente di andare ad acquistare una villa meravigliosa con una storia e un legame indissolubili con la nostra città, un luogo in ottime condizioni e utilizzabile fin da subito che diventerà, anche grazie al lavoro dell’assessore al turismo Elisabetta Lai, punto di riferimento artistico e culturale, sede di eventi e associazioni e luogo di ritrovo. Ringrazio l’assessore al bilancio e al patrimonio Antonella Aonzo per aver seguito tutto il necessario iter burocratico».

«Sono soddisfatta per la buona riuscita dell’iter burocratico che si concluderà con l’acquisizione di un immobile di pregio, uno spazio fruibile che verrà reso disponibile e vissuto da tanti nostri concittadini − commenta l’assessore Aonzo − La struttura si andrà ad aggiungere agli altri simboli artistici e culturali della nostra città, come l’antico castello, il teatro delle Clarisse, Villa Tigullio, che saranno interessati da importanti interventi di riqualificazione grazie ai fondi del Pnrr».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.