Parco del Beigua: nuovo percorso sensoriale e didattico inclusivo

Obiettivo: raccontare le specie e gli ambienti che vivono nel Parco a non vedenti e ipovedenti, e rendere inclusivo il laboratorio didattico del pollaio

Parco del Beigua: nuovo percorso sensoriale e didattico inclusivo

Un nuovo percorso sensoriale e didattico inclusivo è stato inaugurato dal Parco del Beigua nella Foresta della Deiva.

La sfida era ambiziosa: raccontare le specie e gli ambienti che vivono nel Parco a non vedenti e ipovedenti, e rendere sempre più inclusivo il laboratorio didattico del pollaio, l’area verde all’ingresso della Foresta della Deiva già attrezzata con panche e tavoli e luogo di numerose attività di educazione ambientale svolte dal Parco.

«L’Ente Parco ha saputo sfruttare l’opportunità di investimento offerta da un bando del Gal Valli Savonesi, su fondi del Psr 2014-2020 della Liguria, per proseguire il percorso di inclusione nelle attività di fruizione che è stato avviato negli ultimi anni – dice Daniele Buschiazzo, presidente del Parco del Beigua – partendo da un’idea del nostro direttore Maria Cristina Caprioglio, che fin da subito ha creduto fortemente in questo progetto, è stato realizzato un percorso sensoriale che fa vivere l’esperienza diretta in natura».

Targhe per conoscere il nome degli alberi caratteristici dell’area e imparare la forma delle loro foglie, pannelli descrittivi delle specie animali più comuni nel Parco (mammiferi, anfibi, insetti, uccelli e rettili), una mangiatoia per uccelli e una bat-box ad altezza accessibile e un rilievo della foresta con i principali punti di interesse, il tutto realizzato con scritte in braille, testi e immagini semplificati e forme in resina a grandezza naturale che consentono, ad esempio, di cogliere le differenze tra i becchi degli uccelli in base a ciò che mangiano.

Una bacheca tattile, per toccare con mano le nervature del legno o percepire la differenza tra le diverse rocce del Geoparco, e un classico gioco “Memory” a tema naturalistico completano l’offerta dell’area del pollaio, che potrà offrire così un’esperienza sensoriale aperta a tutti.

Federico Melloni e Andrea Bazzano, rispettivamente presidente e consigliere dell’Unione Italiana ciechi e ipovedenti della sezione territoriale di Savona, dichiarano in una nota congiunta: «L’inclusione sociale e l’integrazione con la natura sono aspetti molto importanti per noi ed è fondamentale avere sempre più percorsi accessibili anche ai disabili della vista. Con l’inaugurazione di questo nuovo percorso sensoriale nella Foresta della Deiva, il Parco del Beigua testimonia la sua sensibilità per questi temi confermandosi come spazio privilegiato per esperienze di educazione e inclusione».

Gli interventi di miglioramento eseguiti nell’area del Pollaio sono stati anche l’occasione per valorizzare altre importanti collaborazioni portate avanti dal Parco. In particolare il diradamento della vegetazione e l’eliminazione delle infestanti sono stati eseguiti dalla Fidc – Federazione Italiana della Caccia di Sassello nell’ambito di un accordo che l’Ente Parco sta portando avanti da diversi anni con alcune Fidc locali. Proprio la collaborazione costruttiva con il mondo venatorio ha consentito nel tempo la realizzazione di importanti azioni di tutela e valorizzazione del territorio in accordo con le rispettive finalità istitutive.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.