Domani a Genova Job Digital Lab: evento di formazione sulle nuove professioni della blue economy

Tra i temi: la valorizzazione dei dati e del machine learning, dagli utilizzi alle ricadute a livello business, e il connubio turismo-sostenibilità

Domani a Genova Job Digital Lab: evento di formazione sulle nuove professioni della blue economy

In occasione del mese delle blue skill arriva a Genova il progetto Job Digital Lab, in collaborazione con il Comune di Genova, Job Centre, Genova Blue District e Start 4.0.

L’evento di formazione di Job Digital Lab si terrà domani, 29 novembre, dalle 15.30 alle 18.30 presso il Blue District e sarà incentrato sulle nuove professioni della filiera del mare per lo sviluppo sostenibile: dalla valorizzazione dei dati e del machine learning, agli utilizzi e le ricadute a livello business; dal connubio tra turismo e sostenibilità, agli scenari futuri.

L’evento è uno degli appuntamenti della terza edizione di Job Digital Lab che, tra il 2020 e il 2022, ha erogato formazione a oltre 11.000 persone in Italia. Il programma formativo, nato dalla collaborazione tra Ing Italia e Fondazione Mondo Digitale, ha l’obiettivo di promuovere una maggiore diffusione delle competenze digitali come strumento per intercettare le opportunità che la trasformazione digitale offre.

Secondo il Blue economy report 2022 della Commissione europea, con quasi 4,5 milioni di persone occupate, oltre 665 miliardi di euro di fatturato e 184 miliardi di euro di valore aggiunto lordo, i settori dell’economia blu dell’Ue (che comprende tutte le attività legate all’acqua, al mare e agli oceani) contribuiscono in modo significativo all’intera economia europea, soprattutto nelle regioni costiere.

Nel report si sottolinea come i “settori blu” siano anche un laboratorio di nuove soluzioni e di tecnologie utili alla lotta contro i cambiamenti climatici, verso una transizione verde più efficace.

In Italia la blue economy ha un peso specifico di notevole importanza: è una delle quattro economie blu d’Europa, insieme a Germania, Francia e Spagna. È un volano economico e occupazionale: in Italia si contano 225 mila attività imprenditoriali dedicate, che costituiscono il 3,7% delle imprese nazionali e il cui valore aggiunto generato è di circa 51 miliardi di euro. Più di 920 mila persone sono occupate, costituendo il 3,7% della forza lavoro totale nazionale.

Durante l’evento di Job Digital Lab, saranno presentati anche alcuni casi pratici e storie di successo dal territorio come fonte e modello di ispirazione, nella progettazione dei propri obiettivi professionali:

  • Istituto Iride – Istituto per la Ricerca e l’Ingegneria dell’Ecosostenibilità
  • Polo Ticass – Tecnologie innovative per il controllo ambientale e lo sviluppo sostenibile
  • Camelot – Consulenti per la digital transformation
  • Aitek – Soluzioni tecnologiche innovative

L’evento è gratuito ma a numero chiuso: per partecipare è necessario registrarsi a questo link.

Per questa terza edizione Job Digital Lab presenta, da ottobre 2022 a giugno 2023, un’offerta formativa personalizzata sempre più legata ai bisogni delle persone e dei territori con l’obiettivo di offrire risorse e strumenti innovativi per una crescita sostenibile, personale e di comunità.

Il progetto mira a coinvolgere nella formazione altre 8.000 persone, facendo rete con esperti, aziende, associazioni di categoria, amministrazioni locali, organizzazioni pubbliche e private, centri per l’orientamento e l’impiego.

Per saperne di più sul progetto e rimanere sempre aggiornati sui corsi disponibili visita il sito.

«Il Comune di Genova sostiene le iniziative che possano rafforzare le competenze digitali sul territorio, a diversi livelli – dichiara l’assessore al Personale e Servizi civici del Comune di Genova Marta Brusoni – Come amministrazione, negli ultimi anni ci siamo dati l’obiettivo di informatizzare tutti i servizi comunali e di metterli a disposizione di tutti i cittadini, residenti e non residenti, in modo semplice e sicuro. Secondo una definizione dell’Unione europea, la cittadinanza digitale è un insieme di valori, competenze e comprensione critica di cui i cittadini hanno bisogno nell’era tecnologica: con questo spirito si inserisce la collaborazione con Fondazione Mondo Digitale con cui abbiamo organizzato ‘Scuola internet per tutti’ e una serie di incontri nei Municipi per incrementare le competenze tecnologiche dei cittadini».

«L’obiettivo di Ing è creare a livello globale un’economia più inclusiva per 3 milioni di persone entro il 2025 – afferma Silvia Colombo, head of external communication & csr – Ing Italia − e per farlo puntiamo sul rafforzamento e la diffusione delle competenze digitali in cui il nostro Paese si colloca al di sotto della media europea, ma che sono sempre più necessarie per un migliore e più solido inserimento nel mondo del lavoro. Job Digital Lab è la risposta di Ing Italia a questa importante necessità. È un progetto di formazione che giunge quest’anno alla sua terza edizione e che offre strumenti e conoscenze per realizzare la migliore versione di sé – in linea con la nostra promessa di brand “doyourthing” – e sviluppare capacità utili a stare al passo con la rapida trasformazione in atto».

«La Fondazione Mondo Digitale − dichiara Mirta Michilli, direttrice generale Fondazione Mondo Digitale – per il terzo anno consecutivo mette a disposizione la propria professionalità per il programma Job Digital Lab. Nei primi due anni abbiamo formato oltre 11 mila persone. Quest’anno vogliamo ampliare ancora di più il nostro raggio d’azione, per raggiungere più persone possibili e offrire loro una formazione capace di futuro: eventi live con esperti, videopillole per la formazione in completa autonomia, eventi locali per la formazione a misura di territorio; incontri di role modeling con esperti di Ing e infine uno Start up lab, un incubatore di imprese al femminile. Una grande squadra, disponibile tutto l’anno, per accompagnare chiunque ad acquisire non solo competenze digitali, ma anche quelle trasversali e funzionali. Perché più istruzione vuol dire maggiore libertà e possibilità di inclusione».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.