Borse europee in forte rialzo, spinte dai dati migliori delle attese sull’inflazione Usa

La chiusura dei mercati finanziari, i titoli in evidenza, le valute, le spread Btp/Bund, le quotazioni del greggio e del gas

Borse europee in forte rialzo, spinte dai dati migliori delle attese sull’inflazione Usa

Hanno chiuso in netto rialzo le borse europee, spinte dai dati sull’inflazione negli Usa, dove in ottobre i prezzi sono aumentati rispetto al mese precedente dello 0,4%, contro attese per un +0,6%, e con il dato decisivo, quello depurato dalla componente dei prezzi dei beni alimentari ed energetici,  cresciuto dello 0,3%, contro attese di +0,5%, e quello generale su base annuale,  +7,7%, contro le attese al 7,9%. Francoforte segna +3,5%, Parigi +1,96%, Londra (+1,08%, Milano +2,58%, mentre Wall Street procede positiva.

Spread Btp/Bund in forte contrazione, a 183 punti (variazione -9,49%, rendimento Btp 10 anni +4,00%, rendimento Bund 10 anni +2,17%)..

A Piazza Affari, boom di Nexi (+9,56%), dopo i conti trimestrali e i dati sull’inflazione Usa, particolarmente sensibili per un titolo connesso ai consumi retail. Brillanti anche Stm (+7,87%) e Azimut (+7,71%) dopo i risultati. In fondo al listino principale Tenaris (-4,13%) e Saipem (-3,41%), in una giornata in cui il prezzo del petrolio ha avuto un andamento volatile. In chiusura dei mercati europei, il contratto consegna gennaio sul Brent sale dell’1,22% a 93,78 dollari al barile e quello scadenza dicembre sul Wti +1,03% a 86,71 dollari al barile.

In lieve calo il prezzo del gas: -0,7% a 112,3 euro al megawattora.

Sul mercato dei cambi, l’euro si è rafforzato sul dollaro a 1,0167 (1,004 alla vigilia) e passa di mano a 144,235 yen (146,6) con il cambio dollaro/yen a 141,896 (146,35).

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.