Al campus della Spezia l’evento conclusivo del master europeo Emship

Durante l'Emship week i partner industriali presentano agli studenti le proprie realtà aziendali e propongono temi di loro interesse da sviluppare nell’ambito del tirocinio e della tesi

Al campus della Spezia l’evento conclusivo del master europeo Emship

«Un grande orgoglio per noi vedere che il campus della Spezia sta diventando sempre più centrale nel mondo della ricerca internazionale». A dirlo è il sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini a margine dell’evento conclusivo del master europeo “Emship, European Masters Course in Advanced Ship and Offshore Design”.

L’evento Emship week, promosso e sostenuto da Promostudi e l’Università di Genova, si svolge in questi giorni (2-4 novembre) alla Spezia. «Il campus universitario spezzino, eccellenza riconosciuta per i suoi corsi di studio nel settore nautico, diventa sempre più internazionale grazie alla collaborazione consolidata con altre università europee − commenta il sindaco – l’evento di questi giorni è un’eccellente vetrina per l’Università spezzina e per tutta la nostra città che sta ospitando giovani di tutto il mondo».

Il progetto master europeo Erasmus Mundus+ Emship, a cui aderisce il campus universitario dal 2009, vede coinvolte le università di Liegi (Belgio), Nantes (Francia), Rostock (Germania), Madrid (Spagna), Galati (Romania), Stettino (Polonia), oltre al centro di studi offshore francese Icam e all’Università Solent di Southampton (UK).

Partecipano al master, in diverse forme, anche numerose industrie del settore, cantieri navali e società.

Ogni anno, al termine del ciclo di studi biennale, tutti i rappresentanti del Consorzio Emship si riuniscono per conferire ufficialmente agli studenti il titolo di laurea nella sede di una delle università partner; in quest’occasione i partner industriali presentano agli studenti del nuovo ciclo le proprie realtà aziendali e propongono temi di loro interesse da sviluppare nell’ambito del tirocinio e della preparazione della tesi di laurea.

All’Emship week partecipano, oltre alle università consorziate e ai partner industriali, circa 50 studenti iscritti al primo e al secondo anno dell’Emship provenienti da Europa, USA, India, Pakistan, Nigeria, Brasile, Sud Africa e molti altri, più una rappresentanza di “Alumni” i laureati che esporranno ai colleghi più giovani la loro esperienza formativa e lavorativa. Per i laureati del master le offerte di lavoro sono numerose molto qualificate e quasi tutte in ambito europeo, dove la richiesta di laureati del settore navale e nautico è molto forte.

La specializzazione offerta dal campus spezzino agli studenti Emship riguarda naturalmente la progettazione e costruzione di imbarcazioni da diporto a vela e a motore. Gli studenti che scelgono questo indirizzo svolgono alla Spezia anche la loro tesi di laurea e un periodo di tirocinio in aziende locali, tra queste The Italian Sea Group, Baglietto-Cerri, Sanlorenzo e il Rina.

Il programma di Emship week 2022 prevede la visita al cantiere The Italian Sea Group di Marina di Carrara, che illustrerà le sue attività con particolare riferimento ai nuovi superyacht attualmente in costruzione. I lavori si sono aperti ufficialmente il 3 novembre presso il Campus universitario dal professor Dario Boote, referente Emship per l’Italia, da rappresentanti del comitato esecutivo di Promostudi e dal responsabile del settore diporto del Rina.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.