«Il ponte di Ognissanti sta facendo registrare il tutto esaurito nella nostra regione: le mete balneari e il nostro entroterra sono stati presi d’assalto da italiani e stranieri, con un importante ritorno degli americani». Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti commenta gli ultimi dati sul turismo in Liguria.

Da gennaio ad agosto le presenze dei turisti sono state 11.668.723, 100 mila in più rispetto al 2019 (ultimo anno pre pandemia). A queste vanno aggiunte quasi 1 milione e 900 mila presenze nel mese di settembre, mentre il mese di ottobre conferma lo stesso trend.

«Numeri da record  che devono farci riflettere in prospettiva futura − dice Toti −. Ed è per questo che siamo pronti a continuare sulla strada degli aiuti alle assunzioni che andranno oltre il periodo stagionale classico, offrendo anche una formazione professionale mirata per chi assume lavoratori legati al comparto del turismo. In giro per la Liguria molti imprenditori stanno cogliendo questa straordinaria occasione con locali ancora aperti e affollati e alberghi sold out».

«Fermare, quest’inverno, il flusso turistico della nostra regione a causa di chiusure seppur in parte comprensibili potrebbe avere anche ripercussioni sul lungo periodo − spiega il governatore ligure −. Dare continuità al comparto potrebbe invece consentirci di compiere un definitivo balzo in avanti nel settore del turismo, perché il messaggio che vogliamo far arrivare è che la bellezza della Liguria non è racchiusa solo nel suo mare ma anche nel suo entroterra e nei suoi splendidi borghi. Per farlo è necessario cambiare anche strategie e abitudini che erano ormai consolidate negli anni, con alcuni alberghi che preferivano restare chiusi a causa delle poche presenze. Adesso la situazione è cambiata e dobbiamo stare dietro al cambio di passo».

«Per questo − aggiunge − ci auguriamo che sempre più imprenditori scommettano su questo straordinario flusso turistico che continueremo a sostenere anche con una promozione italiana e estera. Come istituzione stiamo facendo tutto il possibile, ora serve che anche il mondo imprenditoriale investa per valorizzare questo momento. Molti gruppi hanno individuato la Liguria come un territorio su cui investire, con ambizione operazioni legate a porti, ospitalità, ristorazione. Serve che il tessuto imprenditoriale locale risponda con intraprendenza per consolidare nel tempo questi straordinari risultati».

Sempre in tema di turismo la città di Genova è stata premiata con il Swiss tourism awards al Salone internazionale svizzero delle vacanze, tenutosi a Lugano. La motivazione del riconoscimento recita: “A Genova, città dal tradizionale respiro internazionale, per il suo impegno a valorizzare le proprie tradizioni e attrazioni confermandone la vocazione di destinazione turistica sostenibile, accessibile e all’avanguardia“.

«Un riconoscimento davvero importante che ci rende orgogliosi del lavoro fatto sino a oggi e che ci dice che siamo sulla strada giusta per intercettare la crescente richiesta da parte dei turisti di un’offerta turistica che sappia coniugare la sostenibilità ambientale e il green – commenta l’assessore al Turismo Alessandra Bianchi – il Salone internazionale delle vacanze è una vetrina di ampio respiro che proietta Genova tra le mete turistiche di eccellenza mondiale con un’attenzione particolare a nuove forme di vacanza slow, sostenibile, alternativa al turismo di massa».

«Dai dati dell’estate appena trascorsa − dice l’assessore −, sappiamo che su Genova i flussi turistici svizzeri sono aumentati addirittura del 70% rispetto al periodo pre-covid e in generale l’aumento delle presenze straniere in città viaggia a doppia cifra: i numeri dimostrano che la nostra città è entrata a pieno titolo tra le mete di un turismo che non si ferma a quello, seppur importante, legato alla tradizionale vacanza balneare. Le prossime campagne saranno rivolte alla promozione della nostra città, puntando su una fruizione del nostro territorio dall’outdoor al food, in modo attivo, come il mercato attuale ci chiede, per fare conoscere sempre di più all’Europa e al mondo quali bellezze racchiuda Genova, dalla costa al suo straordinario entroterra».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.