SP 4 Ceranesi, Cociv (Terzo Valico) programma la riapertura per l’inizio dicembre

Saranno riattivate entrambe le corsie di marcia

SP 4 Ceranesi,  Cociv (Terzo Valico) programma la riapertura  per l’inizio dicembre

Durante l’incontro che si è tenuto il 13 ottobre tra Cociv, Città Metropolitana e Comune di Ceranesi per valutare lo stato di avanzamento dei lavori nel tratto di SP4 in località Santa Marta e definire una programmazione per la riapertura della stessa al traffico veicolare, il consorzio Cociv ha valutato una possibile riattivazione parziale della viabilità nella tratta in questione, con una corsia a senso unico alternato gestita mediante impianto semaforico, entro il 31 ottobre.

Tale soluzione, pur essendo praticabile, aveva però evidenziato alcune criticità, ovvero imponeva che in tale circostanza le lavorazioni rimanenti sarebbero state eseguite negli spazi di cantiere residui e ridotti, con l’esigenza, per alcune operazioni, di rallentamenti o brevi interruzioni della circolazione, problematiche che avrebbero influito sui tempi di completamento, portando l’apertura totale al traffico ottimisticamente a fine anno.

Città Metropolitana, presente al sopralluogo con i propri tecnici e con il consigliere delegato alla Viabilità Franco Senarega, unitamente ai rappresentanti del Comune di Ceranesi, valutando che le lavorazioni residue risultavano comunque ridotte e che le possibili interferenze dovute alla concomitanza di queste con il transito a senso unico alternato avrebbero potuto ulteriormente procrastinare il termine dei lavori, ha quindi preferito optare per una seconda opzione, ovvero che il Consorzio Cociv, nel mantenimento dell’attuale chiusura, come dallo stesso dichiarato, garantisca il completamento delle opere entro fine novembre, data che permetterebbe, dopo alcuni interventi accessori da completare (strisce gialle e illuminazione), la riattivazione di entrambe le corsie di marcia agli inizi di dicembre 2022.

«Ci aspettiamo che le date annunciate da Cociv vengano rispettate – ha dichiarato Senarega al termine del sopralluogo – come Città Metropolitana abbiamo già completato quanto di nostra competenza ormai da più di un anno e ritengo il disagio subito dagli abitanti e dai molti utenti della SP4 inaccettabile, e per tale motivo non abbiamo mai smesso di sollecitare il Consorzio con incontri e richieste ufficiali, pertanto, valutando con l’ausilio dei nostri tecnici le opere residue come rapidamente eseguibili, abbiamo preferito, al fine di evitare ulteriori ritardi, accettare una proposta che assicurasse l’apertura completa della provinciale, evitando un anticipo di poche settimane che sicuramente avrebbe creato rallentamenti e interruzioni della circolazione nel tratto a senso unico alternato».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here