Sanità, Fp Cgil: «Finalmente un assessore, ora risorse per assumere»

Fp Cgil Liguria chiede al neo assessore un incontro urgente «per definire questioni che da troppo tempo vengono affrontate in modo superficiale dalla giunta»

Sanità, Fp Cgil: «Finalmente un assessore, ora risorse per assumere»

«Il neo insediato assessore alla sanità della Regione Liguria Angelo Gratarola avrà il suo gran da fare per porre rimedio a un disastro annunciato, quello della carenza di personale che è presente da troppi anni e che risale a ben prima della pandemia».

Così il comunicato diffuso da Funzione pubblica Cgil Liguria in merito alla recente nomina dell’assessore regionale alla Sanità.

«Da un lato le graduatorie degli agognati concorsi pubblici per il personale sanitario, infermieri e operatori socio sanitari che andranno a coprire solo parzialmente le carenze di personale. Dall’altro la fuga di personale che sta lavorando nel settore privato ma è anche in graduatoria nei concorsi e attende di transitare in quello pubblico − si legge nella nota −. La risposta della Regione a questa emorragia dal privato al pubblico è una delibera di giunta dove su base volontaria il lavoratore che ha vinto il concorso per il pubblico può posticipare sino a sei mesi il trasferimento dal vecchio posto di lavoro al nuovo. A patto che vi siano lavoratrici e lavoratori che scelgano volontariamente questa ipotesi, la delibera ingessa il settore pubblico che si trova con dei posti assegnati senza avere il personale presente in struttura con pesanti ricadute sul servizio».

«È evidente − scrive Fp Cgil Liguria − che la carenza di personale oltre che con le assunzioni va ricercata anche con il riconoscimento delle specificità contrattuali e questo comporta la ridefinizione degli accreditamenti delle strutture private in convenzione con la Regione. Ecco perché le associazioni datoriali di questo settore dovrebbero fare una seria autocritica e rinnovare i contratti di lavoro,  rendendo più appetibile la continuità lavorativa del personale che oggi fugge nel pubblico dove oggettivamente trova migliori condizioni retributive e normative».

Fp Cgil Liguria chiede all’assessore un incontro urgente «per definire questa e altre questioni che da troppo tempo vengono affrontate in modo superficiale dalla giunta regionale e che invece, visto il settore particolarmente delicato che riguarda la quotidianità di tutti i cittadini liguri, ha bisogno di ben altri interventi a sostegno del personale e dei servizi socio sanitari».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here