Rischio idrogeologico: 7,3 milioni per la messa in sicurezza del torrente Argentina

Gli interventi, in due tranche, nella parte di foce compresa tra il ponte Anas e il ponte ex ferrovie, nei comuni di Riva Ligure e Taggia

Rischio idrogeologico: 7,3 milioni per la messa in sicurezza del torrente Argentina

Entro fine anno Regione Liguria metterà a bando l’affidamento dei lavori di messa in sicurezza del tratto alla foce del torrente Argentina, nei comuni di Riva Ligure e Taggia, nella parte compresa tra il ponte Anas e il ponte ex Ferrovie.

Lo comunica l’Agenzia Dire, riportando le parole dell’assessore regionale alla Protezione civile e alle Infrastrutture Giacomo Giampedrone.

I finanziamenti, per un ammontare complessivo di 7,3 milioni, sono stati confermati dal dipartimento nazionale di Protezione civile e sono conseguenti gli eventi alluvionali dell’ottobre 2018.

Il progetto di fattibilità tecnica-economica è stato sottoposto a procedura di screening di Valutazione di impatto ambientale, che comprende una fase di inchiesta pubblica, a conclusione della quale non sono pervenute osservazioni: l’esito dello screening ha sancito la non assoggettabilità a Via.

«L’intervento previsto col primo stralcio, che metteremo a gara entro fine anno, consentirà un sensibile miglioramento delle condizioni di deflusso delle portate di piena − spiega l’assessore − con l’attuazione del secondo stralcio, che prevede la demolizione dell’attuale ponte ex Fs e la sostituzione con uno a campata unica, verranno eliminate le ostruzioni in alveo, cioè le pile del ponte, che costituiscono la causa principale delle criticità idrauliche, consentendo di raggiungere la messa in sicurezza dello stesso. Quest’ultima tranche sarà finanziata dal Pnrr per una somma di 5 milioni».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.