Infrastrutture: a fine ottobre ripristino strutturale del ponte Colombiera ad Ameglia

Il ponte, crollato nel 2011 in seguito agli eventi alluvionali, fu ricostruito nel 2012: a luglio è emerso un difetto tecnico strutturale in fase di costruzione

Infrastrutture: a fine ottobre ripristino strutturale del ponte Colombiera ad Ameglia

Partiranno il 24 ottobre i lavori di ripristino strutturale del ponte della Colombiera sulla strada statale 432 “della Bocca di Magra” ad Ameglia, nello spezzino.

L’importo dell’investimento è di 2,1 milioni di euro e i lavori saranno svolti dalla società Consorzio Sac Costruzioni. Per il primo mese la circolazione nel tratto interessato sarà a senso unico alternato e potranno transitare solo veicoli al di sotto delle 7,5 tonnellate.

Il ponte, crollato nel 2011 in seguito agli eventi alluvionali, fu ricostruito nel 2012 con la gestione dell’allora struttura commissariale in capo alla presidenza della Regione Liguria, inaugurato nel 2013 (giunta Burlando) e affidato alla gestione della Provincia della Spezia. L’infrastruttura è entrata nel perimetro di gestione Anas ad agosto 2018.

La struttura attualmente non è percorribile dai veicoli al di sopra delle 7,5 tonnellate ed è soggetta a un restringimento di carreggiata, con mantenimento del doppio senso di circolazione. Le modifiche al transito sono state decise nel mese di luglio, a seguito di ispezioni periodiche standardizzate effettuate sul ponte della Colombiera da parte di Anas, dalle quali è emersa la presenza di un difetto tecnico strutturale in fase di costruzione dell’opera. L’anomalia è stata rilevata tramite l’esecuzione di specifiche indagini magnetotermiche.

Due le opzioni di svolgimento dell’intervento sul viadotto, messe a punto da Anas. In entrambi i casi è previsto che nel primo mese la circolazione sarà a senso unico alternato. La fine dei lavori avrà una durata differente a seconda delle soluzioni: con la prima, che prevede il mantenimento del senso unico alternato durante tutto l’arco dei lavori, la durata del cantiere sarà più prolungata; con la seconda la durata dei lavori sarà più breve perché, dopo il primo mese di senso unico alternato, è prevista la chiusura al traffico del ponte. Le soluzioni saranno condivise e concordate con le amministrazioni comunali e provinciale nei prossimi giorni.

Le opere consistono nella messa in sicurezza della struttura mediante l’irrigidimento delle travi principali e il ripristino delle saldature all’intradosso dell’impalcato, travi, traversi e piastra dell’impalcato stesso. In via preventiva si andrà ad analizzare lo stato di conservazione delle saldature, comprese quelle sotto pavimentazione.

A completamento dei lavori si procederà con la manutenzione e integrazione del sistema di movimentazione delle campate centrali, in modo da poter gestire da remoto i sistemi di apertura del ponte, migliorandone quindi l’efficienza e i tempi di apertura e chiusura.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.