I rincari continuano a mettere sotto pressione la produzione di piante e fiori ornamentali, comparto storico dell’economia ligure.

Coldiretti fa sapere che gli aumenti dei costi di produzione sono stati del +250% per i fertilizzanti, +110% per il gasolio, +15% per i fitosanitari contro i parassiti e +45% per i servizi di noleggio, cui si aggiungono l’incremento delle spese di trasporto e gli aumenti degli imballaggi, che vanno dal +72% per la plastica dei vasetti dei fiori al +40% per il vetro al +31% per la carta.

D’altra parte il caldo record di questo periodo, preoccupante per diversi motivi, ha in parte mitigato l’impatto dell’aumento dei costi sulla floricoltura.

Benché la produzione dei fiori autunnali veda stabili i prezzi di vendita a grossisti e dettaglianti, quella di crisantemi e ciclamini è comunque in calo, a causa di una riduzione della platea degli acquirenti per l’aumento dei prezzi del prodotto, dovuto sia alla siccità che ai rincari dei costi di produzione.

«La produzione dei crisantemi e di altri fiori autunnali – afferma Luca Dalpian, presidente di Coldiretti Genova – è fondamentale per molte aziende genovesi, che portano avanti un settore da difendere e promuovere con ogni risorsa. Oltre all’insolito aumento delle temperature, preoccupante su diversi fronti ma che sembra star mitigando l’impatto dei rincari sul settore florovivaistico, un primo passo contro il caro bollette è rappresentato dall’estensione a fabbricati e serre della riduzione dei costi del gasolio fino alla fine dell’anno».

«Accanto a ciò − dice Paolo Corsiglia, vicepresidente Coldiretti Genova −, siamo lieti di annunciare come stia per concretizzarsi anche il Decreto che darà il via libera a 25 milioni di euro a favore del settore florovivaistico, finalizzato, per l’appunto, a far fronte all’ingente aumento dei costi energetici». Una norma, questa, che, dopo aver ottenuto un primo via libera all’ultima Conferenza Stato-Regioni, è stata firmata dal Mipaaf e rimane in attesa si concluda l’iter legislativo, che a questo punto prevede controlli, pubblicazione in Gazzetta Ufficiale e definizioni delle modalità operative e della tempistica per la presentazione delle domande.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.