Decadenza obbligo mascherina in ospedali e rsa, appello al governo di Pallavicini (Confcommercio Salute)

Il nostro appello è di porre sempre al centro e come priorità la tutela dei pazienti anziani e fragili

Decadenza obbligo mascherina in ospedali e rsa, appello al governo di Pallavicini (Confcommercio Salute)

«L’eliminazione dell’obbligo delle mascherine nelle Rsa è un tema che va trattato con estrema cura. Quotidianamente da operatori e ospiti delle strutture, il risconto sull’utilizzo dei dispositivi di protezione che oggi ci arriva dopo due anni di pandemia è positivo. Per questo riteniamo che il mantenimento delle mascherine nei nostri luoghi di cura non debba considerarsi come negativo, anzi». Lo ha detto Luca Pallavicini, presidente di Confcommercio Salute, Sanità e Cura, organizzazione di Confcommercio con sede a Genova che rappresenta a livello nazionale centinaia di realtà del settore assistenziale, sociale e socio sanitario.

«Comprendiamo la volontà del governo di dare un segnale forte di ripartenza, anche dal punto di vista dell’immagine – afferma Pallavicini – ma ribadiamo come già fatto in passato il nostro appello di porre sempre al centro e come priorità la tutela dei pazienti anziani e fragili. In questo senso i Dpi a oggi sono ampiamente tollerati da operatori, ospiti e visitatori delle Rsa e crediamo restino un importante strumento di riduzione del rischio infettivo, non solo nei confronti del Covid ma anche dell’influenza e di altre malattie molto diffuse e impattanti, soprattutto sulle fasce di popolazione più fragili».

Pur mancando ancora conferme concrete dall’Esecutivo, il tema è urgente perché la data del 1 novembre in questo senso è decisiva, secondo Pallavicini: «A livello normativo è sufficiente che il governo non emetta alcun nuovo provvedimento per far sì che l’obbligo delle mascherine decada anche in ospedali, ambulatori e residenze per anziani. Auspichiamo pertanto un approccio che tenga maggiormente conto delle nostre considerazioni, a tutela dei pazienti più fragili e a rischio».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.