Hanno chiuso in rialzo le Borse europee, sostenute dal buon andamento di Wall Street e dai titoli petroliferi che si sono giovati dall’aumento del prezzo del greggio. Milano è stata spinta anche dalla contrazione dello spread Btp/Bund, con un raffreddamento dei rendimenti sui Btp 10 anni al 4,20%. Milano segna +1,57%, Londra +0,22%, Parigi +0,55%, Francoforte +0,79%

In contrazione lo spread Btp/Bund a 232 punti (variazione -4,57%, rendimento Btp 10 anni +4,20%, rendimento Bund 10 anni +1,89%).

A Piazza Affari boom di Tenaris (+6,9%) e Snam (+3,16%) in scia all’aumento del greggio, di Banco Bpm (+3,16%) in un contesto in cui il settore ha beneficiato della diminuzione dello spread e di Enel (+3,2%) dopo il via libera del Cremlino alla cessione degli asset russi a Lukoil. In fondo al Mib si colloca Banca Generali (-3,99%) dopo aver chiuso venerdì scorso con un rialzo di quasi il 20% sulle voci di una possibile cessione a Mediobanca.

Sul fronte dei cambi, l’euro risale a 0,9838 dollari (da 0,9797 venerdì in chiusura) e 141,96 yen (141,71), mentre il rapporto doll.aro/yen è a 144,32 (144,69) e la sterlina si attesta a 1,133 dollari (1,114) e 0,867 verso l’euro (0,879) dopo che la premier britannica Liz Truss ha ritirato il piano di tagli fiscali.

Cala il gas del 9,8% a 170,2 euro per MWh. Nell’attesa della riunione dell’Opec+di mercoledì sale il prezzo del petrolio: il Wti, contratto di novembre, passa di mano a 82,4 dollari al barile (+4,%) e il Brent di dicembre a 88,1 dollari (+3,3%).

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.