Genova si conferma come una delle 14 sedi italiane della Notte europea dei ricercatori con Sharper – Sharing researchers’ passion for enhanced roadmaps, uno degli otto progetti italiani sostenuti dalla Commissione europea per la realizzazione della European Researchers’ Night.

L’evento, che si svolge contemporaneamente in 29 Paesi, è finanziato dalla Comunità europea nell’ambito delle azioni Marie Skłodowska-Curie e si pone 4 obiettivi principali:

  • avvicinare la ricerca e i ricercatori al pubblico
  • promuovere i progetti di ricerca in tutta Europa e fuori dall’Europa
  • aumentare l’interesse dei giovani alle carriere scientifiche
  • mostrare l’impatto del lavoro dei ricercatori sulla vita quotidiana delle persone

In Italia, Sharper 2022 si svolge ad Ancona, Cagliari, Camerino, Catania, Genova, L’Aquila, Macerata, Nuoro, Palermo, Pavia, Perugia, Sassari, Terni, Trieste con oltre 1.000 iniziative tra eventi in presenza e attività online. Spettacoli e concerti, visite live e virtuali, workshop, seminari e conferenze, dimostrazioni e open lab, esposizioni fisiche e mostre digitali, giochi e quiz: un programma composito, multidisciplinare e multicanale che si ispira alle cinque Missioni previste in Horizon Europe relative alle sfide chiave per il futuro europeo e globale.

A Genova, il progetto è coordinato dall’Università di Genova e dall’Infn – Istituto nazionale di Fisica nucleare, sezione di Genova, con la collaborazione di Iit – Istituto italiano di tecnologia, Cnr – Consiglio nazionale delle ricerche, Associazione Festival della Scienza, Adi – Associazione dottorandi italiani, Comune di Genova e la partecipazione di Costa Edutainment, Iim – Istituto idrografico della Marina Militare, Ingv – Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, Ticass – Tecnologie innovative per il controllo ambientale e lo sviluppo sostenibile, Alisa.

Sharper 2022 si terrà nel centro storico di Genova, ai giardini Luzzati, dal pomeriggio alla notte di venerdì 30 settembre: 8 postazioni distinte a formare un unico “Science village” e uno speciale “Science corner” dove ricercatrici e ricercatori degli enti partecipanti interverranno sui grandi temi della scienza: dalle energie alternative ai nuovi materiali, dalla medicina all’esplorazione spaziale, passando da genetica, robotica, neuroscienze e intelligenza artificiale.

La location dei Giardini Luzzati accoglie anche un palco per accendere i riflettori su “Ricercatori (comedy) night”: Andrea Carlini e Paul D. Genovese, un duo di comici noti a livello locale e nazionale nonché afferenti rispettivamente del Festival della Scienza e di Iit, portano in scena il dualismo tra essere uomini di scienza e inguaribili cialtroni con uno spettacolo di stand up comedy e cabaret in cui si parla di cervelli in fuga, intelligenza artificiale e robotica, ma anche delle paure e delle incertezze di due millennials alle prese con lavoro, famiglia, figli e tutto il resto (alle ore 21, senza prenotazione).

Infine, una grande novità: Palazzo Rosso apre straordinariamente il secondo piano nobile e il mezzanino con le stanze segrete dell’appartamento di Anton Giulio II Brignole-Sale e propone, grazie alla direzione Attività e marketing culturale – Servizi educativi dei Musei Civici di Genova, oltre alle visite guidate, la performance di danza e recitazione “Olio su tela”, che vedrà la partecipazione di Elena Dragonetti, Serena Loprevite e Rocco Colonnetta, due danzatori e un’interprete che accompagnano i visitatori nella magia dell’alcova privata di un bon vivant di fine Seicento. Il Palazzo apre alle 19; lo spettacolo è programmato per le ore 19:30, 20:30 e 21:30 con un massimo di 20 persone per ogni turno (prenotazioni in loco).

Sharper 2022 non abbandona i formati digitali felicemente sperimentati nelle edizioni precedenti e ripropone anche la maratona online con 28 ore di comunicazione scientifica in collegamento da tutta Italia.

Le attività della Notte europea dei ricercatori non finiscono il 30 settembre: con l’apertura dell’anno scolastico sarà dato ampio spazio alle iniziative di informazione e coinvolgimento delle scuole di ogni ordine e grado con Researchers@School e un ricco programma di progetti speciali portati avanti congiuntamente a livello nazionale come Sumo Science (a Genova in 5 scuole e 5 date diverse), Ricerca improbabile e Research show.

Gli organizzatori del progetto Sharper hanno deciso di dedicare questa edizione a Piero Angela per ribadire la necessità del dialogo e della collaborazione tra i mondi della comunicazione, della ricerca e della scuola.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.