Gli indici Pmi evidenziano una contrazione dell’attività economica europea in settembre, mentre la Federal Reserve prevede per gli Usa una crescita zero nel 2022. Questi dati, giunti dopo le misure restrittive di Fed, Bce, Boe prospettano uno scenario recessivo   che ha affondato le borse europee.

Madrid segna – 2,4%, Parigi-2,2%, Londra -2%, Francoforte -1,9%. Maglia nera è Milano (-3,36%) nell’imminenza delle elezioni politiche. spread Btp/Bund sui 219 punti (variazione +0,32%, rendimento Btp 10 anni +4,23%, rendimento Bund 10 anni +2,03%).

A Piazza Affari tonfo di titoli che hanno avuto buone performance nelle sedute precedenti difesa, come Tenaris (-8,31%), Leonardo (-6%), Iveco (-4,9%). Penalizzati anche Stellantis (-4,04%), Prysmian (-4,17%), Intesa Sanpaolo (-4,75%), Banco Bpm (-4,42%).

Petrolio in discesa: a Londra il Brent novembre e’ tornato a 86 dollari al barile, a New York il Wti novembre e’ sceso a 78,7 dollari al barile. In ribasso anche il gas naturale in Europa a 180,5 euro al megawattora (-3,7%).

Euro in calo di oltre l’1% sul dollaro a 0,97239 dollari, ai minimi da 20 anni.