Il private equity non si ferma e, nonostante il protrarsi di un periodo caratterizzato da notevoli fattori di incertezza, sia a livello economico che politico sullo scenario internazionale ma anche domestico, il mese di agosto si conferma su eccellenti livelli di attività. L’Osservatorio  Private Equity Monitor-Pem   della Liuc – Università Cattaneo, attivo nell’ambito delle attività della Liuc Business School, ha registrato nel corso del mese recentemente conclusosi 27 nuovi investimenti rispetto ai 25 dello stesso periodo, monitorati nel 2021. I primi otto mesi dell’anno registrano, così, un trend addirittura migliore rispetto al 2021 con 258 operazioni annunciate rispetto alle 239 mappate nello stesso periodo dello scorso anno (+8%).

Il  Pem è un Osservatorio attivo dal 2000 presso la Liuc Business School, grazie al contributo di Deloitte, Eos Investment Management, Fondo Italiano di Investimento SGR, McDermott Will&Emery, UniCredit e Value Italy SGR.

«I dati sono sicuramente positivi – commenta Emidio Cacciapuoti, partner di McDermott Will&Emery – anche se il contesto internazionale induce ad alcune preoccupazioni per i prossimi mesi: acquisizioni su società energivore sono state sospese nelle ultime settimane a causa di una revisione del prezzo. L’effetto inflazione, infatti, se da un lato non sembra avere avuto un impatto significativo sui ricavi, l’incremento dei costi sta generando una forte contrazione dell’ebitda di molte aziende industriali” dichiara».

Ad agosto, le operazioni di buy out hanno rappresentato l’57% dei deal totali; gli add on (operazioni di aggregazione aziendale) hanno rappresento il 41%. Il Nord Italia costituisce sempre il principale polo catalizzatore, ma ad agosto la Lombardia cede per una volta lo scettro all’Emilia Romagna; beni di consumo, prodotti per l’industria, cleantech, ICT e terziario sono i settori maggiormente oggetto di operazioni, suddividendosi equamente il mercato. L’attività di investimento degli operatori internazionali nelle imprese del nostro Paese ha rappresentato il 44% delle operazioni concluse, subito in ripresa dopo il momentaneo calo di luglio.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.