Incendio Santa Corona: ecco la situazione di reparti chiusi, riaperti e spostati

Oggi il sopralluogo del sottosegretario alla Salute Andrea Costa

Incendio Santa Corona: ecco la situazione di reparti chiusi, riaperti e spostati

Il sottosegretario alla salute Andrea Costa si è recato all’Ospedale Santa Corona di Pietra Ligure per verificare di persona quanto accaduto e gli sviluppi legati alla ripresa delle attività.

Attraverso il tempestivo intervento della struttura gestione tecnica della Asl 2 e degli ingegneri strutturisti, ha permesso di garantire la piena operatività della Medicina nucleare, sita al piano terra del padiglione chirurgico e del primo piano dove si trova l’ambulatorio codici bianchi che verrà riaperto nei prossimi giorni.

A breve si procederà a effettuare specifiche prove di carico per verificare lo stato delle porzioni di edificio direttamente interessate dall’incendio. Le tempistiche di ripristino dei piani e i relativi costi saranno definiti presumibilmente entro questa settimana.

Nel frattempo, per garantirne la piena operatività, la degenza dell’Ortopedia e Traumatologia verrà collocata provvisoriamente nel padiglione 17 dove attualmente è collocato il reparto di recupero e rieducazione funzionale che verrà trasferito nell’Ospedale di Albenga. Le operazioni sono iniziate già stamattina.

Sono state ricollocate anche le attività ambulatoriali di ortopedia, traumatologia e protesica, sempre nel presidio di Pietra Ligure, in attesa del ripristino dei locali

«La drammaticità dell’accaduto ha colpito tutti noi che lavoriamo per la salute pubblica in questo particolare momento storico in cui gli operatori e tutto il sistema si trova ad affrontare importanti problematiche per poter garantire i servizi essenziali e spesso anche le eccellenze ai nostri cittadini – commenta il sottosegretario – un mio pensiero va comunque a tutti i pazienti che hanno vissuto un momento di grande paura e un ringraziamento sincero a tutti i dipendenti che hanno saputo intervenire con prontezza e professionalità per evitare più gravi conseguenze».

Continua nel frattempo il monitoraggio delle condizioni di salute del personale dipendente coinvolto nella situazione di emergenza della notte di domenica.

Ai ringraziamenti del sottosegretario Costa si aggiungono quelli di Marcello Federici, direttore dell’ortopedia e traumatologia ponente «Desidererei ringraziare sentitamente tutti gli infermieri, gli oss i medici, i portantini, i tecnici di radiologia le pubbliche assistenze  e le forze dell’ordine  che nella lunghissima notte dell’incendio che ha colpito il reparto dell’ortopedia hanno aiutato a salvare vite. Nessuno si è risparmiato  rischiando la propria incolumità per salvare il prossimo. Abbiamo lavorato all’unisono senza sentire fatica e con un unico obiettivo finale. Ci sarebbero infinite parole ma credo che un sentito grazie le riassuma tutte».

«Mi associo al ringraziamento per quanto svolto da tutto il personale in servizio la notte dell’incendio la cui professionalità e spirito di sacrificio ho potuto constatare di persona durante tutte le operazioni di soccorso protrattesi per tutta la notte. La riorganizzazione messa in campo con la collaborazione della Direzione medica e direttori di Struttura e del personale infermieristico si ripropone di riallocare nel modo migliore possibile i pazienti e cercare di garantire le funzioni proprie dell’Ospedale dea di II livello» dichiara Luca Garra, direttore sanitario di Asl 2.

«Ringrazio il sottosegretario Costa per la disponibilità data nel supportare l’azienda nel reperimento delle risorse necessarie per il ripristino. Ringrazio il governo per la vicinanza in questa situazione critica. Già da ieri pomeriggio è iniziata l’opera di riattivazione dei servizi presente nel padiglione chirurgico – dichiara Marco Damonte Prioli, direttore generale dell’Asl 2 – ringrazio tutto il personale dipendente anche non appartenente al reparto interessato che nella notte del rogo ha dato il suo prezioso aiuto per superare il momento difficile».

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.