«Abbiamo individuato gli interventi per rendere accessibili alle persone disabili le gallerie monumentali del parterre del Cimitero Monumentale di Staglieno e i servizi igienici già esistenti al primo livello delle rampe che conducono al Pantheon. È stata identificata la possibile posizione per le mappe tattili per non vedenti e l‘Info-Point sarà presto accessibile a tutti. Infine, individueremo al più presto un percorso alternativo perché tutti possano accedere all’orto botanico del Parco di Villa Durazzo-Pallavicini». Lo ha detto oggi l’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Genova Pietro Piciocchi in risposta all’interrogazione a risposta immediata presentata da un consigliere del Partito democratico sugli interventi in corso per migliorare l’accessibilità di Staglieno e Villa Pallavicini alle persone disabili.

«Per quanto riguarda Staglieno – ha precisato l’assessore – c’è stato la settimana scorsa un sopralluogo alla presenza tra gli altri della Disability Manager del Comune di Genova, con cui abbiamo concordato alcuni possibili interventi per la rimozione delle barriere architettoniche. Gli interventi individuati, gallerie, servizi igienici, mappe tattili, saranno inseriti in un progetto di fattibilità, diretto dall’ufficio Barriere del Comune di Genova, da sottoporre all’attenzione della Sovrintendenza e del nostro settore Cimiteri, per arrivare a un’autorizzazione condivisa delle opere di abbattimento delle barriere architettoniche».

L’Info-Point di recente realizzazione sarà reso accessibile attraverso l’aggiunta di uno scivolo ingrigliato metallico: intervento finanziato e realizzato tramite l’Accordo Quadro Barriere Edifici.

Sempre a proposito del Cimitero Monumentale, l’assessore ha spiegato di avere accreditato Staglieno per le risorse del Pnrr ma i cimiteri sono stati esclusi dai finanziamenti europei, non venendo riconosciuti meritevoli di interventi su larga scala.

Per quanto riguarda il Parco di Villa Durazzo-Pallavicini, a Pegli, l’assessore ha preso atto della notizia del mancato funzionamento dell’ascensore di accesso al Museo Archeologico, garantendo di attivarsi presto sul disservizio. L’orto botanico del Parco, oggetto prossimamente di un intervento di riqualificazione attraverso i fondi del Pnrr recentemente aggiudicati, sarà reso pienamente accessibile ai disabili “mediante l’individuazione di un percorso alternativo.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.