Ericsson ha celebrato i 10 anni di attività nel Parco Scientifico e Tecnologico degli Erzelli, a Genova. «Il centro di Ricerca e Sviluppo di Ericsson a Genova – si legge in una nota della società – costituisce oggi un punto di riferimento a livello mondiale per lo sviluppo di sistemi e apparati di telecomunicazione a banda ultralarga, con un focus particolare su reti ottiche e fotoniche, sistemi di trasmissione e piattaforme di gestione e controllo delle reti mobili di ultima generazione».

Presente a Genova dal 2006, Ericsson è stata la prima realtà che si è trasferita agli Erzelli, sposando, già nel 2012, il progetto del Parco Scientifico e Tecnologico, che oggi vanta la presenza di multinazionali, centri di ricerca, co-working, piccole e medie imprese. Dalla sua apertura, i ricercatori del centro Ericsson a Genova hanno prodotto oltre 330 brevetti e partecipato a decine di progetti di ricerca finanziati/promossi dalla Commissione europea e dalle principali istituzioni nazionali e regionali.

Andrea Missori, amministratore delegato di Ericsson in Italia, commenta: «La nostra presenza a Genova con la Ricerca&Sviluppo permette a Ericsson di accrescere gli spazi di collaborazione e modernizzazione di un ecosistema molto ampio. Grazie alle nostre competenze specialistiche e alla continua iniezione di nuove leve offriamo a tutti i nostri clienti la possibilità di partecipare attivamente all’ideazione e allo sviluppo delle tecnologie di ultima generazione, come ad esempio il 5G. Dall’Italia e da questo tipo di collaborazione sono nate delle grandissime innovazioni, oggi diffuse in tutto il mondo».

Il centro di Genova è anche la sede di un Innovation Garage, laboratorio dedito allo studio e all’adozione di nuove tecnologie e casi d’uso, secondo i principi dell’open innovation. Fondato da Ericsson nel 2020, è aperto a clienti, studenti, start-up, imprese e p.a. del territorio, e rappresenta una palestra tecnologica per tutti i ricercatori Ericsson.

Negli ultimi mesi sono oltre 30 i neo laureati, principalmente provenienti dalle Università del territorio, che hanno iniziato un percorso professionale al centro di Ricerca e Sviluppo di Ericsson a Genova. Nel solo 2022 sono inoltre circa 20 mila le ore di formazione in programma, destinate a tutti i professionisti.

Ericsson ha iniziato a svolgere attività di R&S in Italia nel 1978 e oggi, nei tre centri di Genova, Pisa e Pagani, lavora non solo allo sviluppo del 5G e alla sua evoluzione, ma anche a progetti legati a tematiche chiave per la transizione digitale ed ecologica del Paese, collaborando con i principali operatori mobili e abilitando soluzioni innovative per lo smart manufacturing, smart transportation, e-health, cybersecurity ed efficienza energetica. Nel 2021 il Gruppo Ericsson ha investito il 18,1% del proprio fatturato globale annuale in attività di Ricerca & Sviluppo.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.