Circle ha avviato il progetto per la conciliazione vita-lavoro dei dipendenti “Conciliamo”.
Il progetto è co-finanziato dal dipartimento per le Politiche della famiglia con un contributo di 167.000 euro circa (su oltre 200.000 euro previsti) articolati su un biennio, ed è destinato ai dipendenti delle società italiane del gruppo Circle e promuove:

  • lo smart working attraverso la formazione mirata a supporto di questa modalità di
    lavoro e la messa a disposizione di dotazioni tecnologiche e infrastrutture abilitanti;
  • il supporto alla famiglia per il personale con figli minori a carico;
  • la formazione personalizzata.

«Conciliamo − commenta Luca Abatello, ceo e presidente di Circle Group − è un progetto centrale per Circle perché ci dà l’opportunità di ampliare la tipologia e la quantità di strumenti con cui la nostra organizzazione si impegna a supportare il benessere e la crescita delle persone che ne fanno parte».
«Le azioni previste dal progetto − spiega la responsabile Human resources Dolores Macchi − sono un ulteriore consolidamento degli strumenti di conciliazione tra vita professionale e personale e di sviluppo delle competenze. Lavorare in smart working è totalmente coerente con la modalità di lavoro che promuoviamo, basata sugli obiettivi, la responsabilizzazione dei singoli e la collaborazione tra team».

Conciliamo rientra tra le iniziative rivolte alle persone Circle nell’ambito della roadmap
strategica Connect 4 Agile Growth 2024 che definito la cosiddetta “Piramide del valore”, basata sul coinvolgimento, l’ingaggio e la responsabilità individuale, sul riconoscimento del contributo personale e sulla valorizzazione delle competenze individuali, sulla condivisione delle conoscenze e sulla promozione di una “intelligenza collettiva”, nonché sulla creazione di opportunità di apprendimento continuo.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.