Borse europee, partenza in rosso dopo la stretta sui tassi della Fed, cala il prezzo del gas

La chiusura dei mercati finanziari, i titoli in evidenza, le valute, lo spread Btp/Bund, le quotazioni del petrolio e del gas

Borse europee, partenza in rosso dopo la stretta sui tassi della Fed, cala il prezzo del gas

Partenza negativa per le Borse europee dopo che la Federal Reserve ha annunciato di avere deciso un aumento del costo del denaro di 75 punti base al 3-3,25%, ai massimi dal 2008, rafforzando i timori di recessione. Il presidente della Fed, Jerome Powell, ha detto che le strette proseguiranno fino a quando l’inflazione non risulterà in calo. Intanto aumenta la tensione per la guerra in Ucraina.

Madrid -1,22%, Francoforte -1,84%, Parigi -1,7%, Londra -1%, Milano -1,48%. Anche i mercati asiatici sono stati condizionati dalle misure adottate dalla Fed. La Borsa di Tokyo ha chiuso in calo, l’Indice Nikkei ha terminato la seduta a -0,6% a 27.153,83 punti mentre l’Indice Topix ha ceduto 0,20%.

Partito in moderata contrazione lo spread Btp/Bund a 223 punti (variazione -0,28%, rendimento Btp 10 anni +4,16%, rendimento Bund 10 anni +1,92%).

A Piazza Affari avvio in rosso per Stm (-3,31%) e Leonardo (-3,12%) che ieri avevano chiuso in forte rialzo.

Poco mosso il petrolio dopo i ribassi del giorno precedente: i future del Wti novembre salgono dello 0,59% a 83,43 dollari al barile, quelli del Brent di pari scadenza dello 0,71% a 90,47 dollari. In calo i i prezzi del gas naturale, con i contratti ottobre scambiati ad Amsterdam in discesa del 4,62% a 181,005 euro al megawattora. L’oro scende  a 1659 dollari.

Sul fronte dei cambi l’euro cala a 0,9818 dollari (da 0,9986 alla vigilia). Il cambio euro/yen è a 142,642,   cross dollaro/yen a 145,271.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.