Dal Salone Nautico arrivano i primi dati della “call for innovation” con cui il Genova Blue District ha cercato soluzioni sostenibili e inclusive per il mare e lo sport.

Nei primi mesi di attività del Genova Blue District, secondo i dati illustrati durante la tavola rotonda che si è tenuta allo stand di The Ocean Race Genova-The Grand Finale, sono stati coinvolti 8.000 partecipanti, 150 organizzazioni e sono svolti 104 eventi.

Alla “call for innovation” hanno risposto 46 soggetti con altrettante proposte che costituiscono una base di lavoro su cui impiantare l’Innovation Village, che a fianco dell’Ocean Live Park della The Ocean Race Genova – The Grand Finale, a fine giugno 2023, sarà un grande dimostratore di soluzioni innovative.

46 proposte di cui il 37% dalla Liguria e il resto dall’Italia, tra le prime la provincia di Milano (13%), Roma (11%), Torino (11%), Modena (4%) e il restante dalle provincie di Ancona, Brescia, Cagliari, Gorizia, La Spezia, Livorno, Pisa, Prato, Taranto, Teramo, Udine, Verona.

Nello specifico ci sono state 28 proposte per l’ambito benessere, accessibilità, fruibilità, 8 per materiali, design, riuso e 6 per energia. Le restanti proposte hanno fatto applicazione per più ambiti. Le 46 soluzioni sono state proposte prevalentemente da start up innovative (54%) il 22% pmi, il 15% pmi innovative e il 9% start up innovative a vocazione sociale.

I vincitori saranno accompagnati in un percorso personalizzato di accelerazione da i3p incubatore del Politecnico di Torino e da Job Centre, soggetto gestore del Genova Blue District, nonché dalla sua partnership scientifica ed imprenditoriale.

Il bando nasce da una forte collaborazione con The Ocean Race Genova – The Grand Finale all’interno del progetto “Verso The Ocean Race: Innovazione, Sostenibilità, Impresa” e finanziato dalla Fondazione Compagnia di San Paolo attraverso Job Centre srl, soggetto gestore del Genova Blue District. La scelta di portare questi risultati a un evento importante come il 62° Salone Nautico e presentarli alla lounge di The Ocean Race Genova testimonia il forte ingaggio della città nel costruire attorno a questo evento di portata internazionale un volano di sviluppo economico per la città.

Poiché The Ocean Race è un evento mondiale, utilizzarlo come leva di innovazione e conoscenza è la sfida che il progetto Genova Blue District “Verso the Ocean Race: Innovazione, Sostenibilità Impresa” vuole realizzare, anche con l’azione “Blue Vision” che con conferenze, seminari, mostre, spettacoli e iniziative sosterrà il coinvolgimento della città in iniziative che mettano al centro acqua, energia, materia e sport,

«Questo risultato straordinario consolida Genova Blue District come distretto di eccellenza sulla blue economy in grado di movimentare idee e soluzioni a sostegno di questo importante settore − ha detto durante il dibattito l’assessore al Porto e Mare Francesco Maresca − A oggi attorno al Blue District ruotano 54 importanti realtà legate alla blue economy, ovvero il blue circle. La Call for Innovation rappresenta un risultato di grande rilevanza per la città di Genova, poiché ha dimostrato la capacità del Genova Blue District di giocare un ruolo fondamentale non soltanto come luogo di ascolto sui temi della sostenibilità e dell’innovazione, bensì come catalizzatore di progettualità di impresa ad alto valore innovativo».

«È sorprendente toccare con mano come lo sport sia un importante stimolo per creare progetti che parlino di innovazione e sostenibilità − commenta l’assessore allo Sport del Comune di Genova Alessandra Bianchi − The Ocean Race Genova, The Grand Finale sarà un evento di grande richiamo internazionale che potrà diventare un’eccellente come leva di innovazione, conoscenza e sviluppo del territorio: una sfida che vogliamo affrontare con grande impegno e passione facendo sistema come amministrazione con tutti i soggetti coinvolti. Nel 2023, durante la Grand Finale all’interno dell’Ocean Live Park, non si parlerà solo di vela ma sarà l’occasione di mettere in scena spazi di animazione, laboratori ed esperienze sul tema della sostenibilità. I progetti che verranno selezionati dalla “Call for Innovation – Lo Sport nella Blue Economy” avranno un ruolo fondamentale nel 2023, perché saranno chiamati ad animare attraverso azioni dimostrative l’Innovation Village ponendo al centro la simbiosi tra innovazione e sostenibilità».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.