Avvio in ribasso per le Borse europee nell’attesa delle decisioni della Fed

L'apertura dei mercati finanziari, i titoli in evidenza, le valute, lo spread Btp/Bund, le quotazioni del petrolio

Avvio in ribasso per le Borse europee nell’attesa delle decisioni della Fed

Apertura in ribasso per le Borse europee, intimorite dalle dichiarazioni di Putin che segnano un inasprimento del contrasto con l’Occidente sulla questione della guerra in Ucraina, e in attesa delle decisioni della Federal Reserve,  rese note questa sera. Si prevede un terzo rialzo consecutivo di 75 punti base, visti i dati dell’inflazione Usa in agosto,  e alcuni analisti  ritengono possibile un rialzo di 100 punti base. In avvio Francoforte segna -o 0,91%, Parigi – 0,85%, Madrid -0,89%, Milano -0,7%. In rialzo frazionale Londra (+0,09%). Preoccupazione per le decisioni della Fed anche nei mercati asiatici, Tokyo segna -1,2%, Hong Kong -1,1%, Sydney -1,6%, Seul – 0,6%, Shenzhen -0,3%,

Lo spread Btp/Bund alle 9 è sui 225 punti (variazione -0,27%, rendimento Btp 10 anni +4,13%, rendimento Bund 10 anni +1,88%)

A Piazza Affari sul listino principale i maggiori ribassi sono di Fineco (-1,9%), Buzzi (-1,7%) e Nexi (-1,6%). In forte rialzo Leonardo (alle 9.30 +5,33%).

Il prezzo spot dell’oro con consegna immediata vale 1.670,44 l’oncia, con un rialzo dello 0,33%. In rialzo anche i prezzi del petrolio, per la consegna a novembre il Wti americano sale dello 0,48% a 84,34 dollari al barile, mentre il Brent quotato a Londra segna +0,51% a 91,08 dollari.

L’euro è sotto la parità con il dollaro e scambia a 0,9944 (-0,27%) e cede anche rispetto allo yen a 143,04 e alla sterlina a 0,8749.