Università di Genova e l’Unione degli industriali della provincia di Savona siglano un patto per “la valorizzazione e lo sviluppo del sistema produttivo savonese”.

Il rettore di Unige Federico Delfino e il presidente dell’Unione degli industriali Angelo Berlangieri si sono ritrovati oggi per firmare la convenzione quadro tra le due realtà.

«L’accordo rafforza la triangolazione università-impresa-territorio che è fondamentale per la crescita del savonese, valorizzandone le risorse e le potenzialità attraverso azioni mirate e congiunte in settori strategici di sviluppo − dichiara il rettore dell’Università di Genova −. Questo, del resto, rientra pienamente nella vocazione del nostro Ateneo che è anche l’unico della Liguria: centro di formazione e, allo stesso tempo, propulsore di ricerca e di innovazione, sempre teso a creare prospettive di lavoro qualificato per i nostri giovani, in linea con le esigenze del mondo del lavoro».

L’accordo prevede, tra le altre cose: la promozione dell’orientamento alla formazione scientifica e tecnica; la partecipazione a progetti/bandi comunitari, nazionali o regionali; l’organizzazione congiunta di corsi di formazione e master; l’attivazione di dottorati, borse di studio, stage e/o tirocini; lo sviluppo di progetti di ricerca, innovazione e sviluppo tecnico – scientifico; la progettazione e attuazione di progetti di analisi e/o di ricerca di mercato, socio-economici, d’interesse per il sistema produttivo savonese.

«Un accordo dal valore importantissimo. La sinergia tra Unione industriali e Università di Genova è essenziale per lo sviluppo del nostro territorio − commenta il presidente dell’Unione industriali −. Più volte in passato le nostre realtà hanno lavorato insieme e collaborato per numerosissimi progetti: oggi, questa collaborazione ottiene il carattere dell’ufficialità, siglata nero su bianco, a conferma di un rapporto di stretta interconnessione tra mondo dell’impresa e mondo della didattica e della formazione scientifica. Un’attenzione particolare, ovviamente, sarà riservata al Campus di Savona, una vera eccellenza da tutelare e valorizzare, che può e deve svolgere un ruolo da protagonista per la crescita della provincia di Savona».

Un comitato di coordinamento di sei persone avrà il compito di valutare, promuovere, organizzare e monitorare le iniziative di comune interesse. Per l’Università i componenti sono Stefano Bracco del Dipartimento di ingegneria navale, elettrica, elettronica e delle telecomunicazioni – Diten, Silvia Siri del Dipartimento di informatica, bioingegneria, robotica e ingegneria dei sistemi – Dibris e Marco Testa, delegato del rettore per il funzionamento del Campus di Savona. Per l’Unione industriali i componenti sono: Angelo Berlangieri, presidente Uisv, Alessandro Berta, direttore Uisv e Matteo Giudici, ceo Mesa Consulting.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.