Tpl linea: raddoppiati gli incassi dalle multe, quest’estate controlli mirati

Risultati ottenuti anche grazie alla nuova collaborazione avviata con l’Agenzia delle Entrate nelle forme e modalità di riscossione

Tpl linea: raddoppiati gli incassi dalle multe, quest’estate controlli mirati

La stretta contro i “portoghesi” e la lotta serrata all’evasione di Tpl Linea, azienda di trasporto pubblico del savonese, ha avuto un incremento negli ultimi mesi grazie a controlli mirati e integrati messi in atto nell’estate 2022, in particolare su alcune linee e tratte del servizio e in determinate fasce orarie.

Al 31 luglio 2022 sono stati 86.200 i passeggeri controllati dall’inizio dell’anno, nel solo mese di luglio 8.350 persone. L’evasione calcolata sui passeggeri controllati dell’intero periodo risulta pari a circa il 9%. Nel solo mese di luglio, dove la verifica è stata svolta principalmente nelle ore pomeridiane/serali, il dato raggiunge il 20% (1.675 sanzioni a fronte di 8.350 passeggeri controllati).

Dall’inizio del 2022 sono state elevate in tutto 7.490 sanzioni, 2.136 in più rispetto al dato relativo allo stesso periodo dell’anno.

La lotta all’evasione lanciata da Tpl Linea ha visto un raddoppio degli incassi per le multe elevate, anche grazie alla nuova collaborazione avviata con l’Agenzia delle Entrate nelle forme e modalità di riscossione: 62.347,24 euro il dato del mese di luglio (lo scorso anno era di 31.939,31). A livello complessivo si registra un notevole aumento rispetto ai primi sette mesi del 2021: la cifra ammonta a 244.781,21 euro (lo scorso anno era di 112.471,39), un incremento del 117% circa.

Tpl Linea aveva varato un piano di potenziamento degli addetti alle verifiche di biglietti e abbonamenti del trasporto pubblico locale, intensificando l’attività di intervento e ispezioni per assicurare una maggiore percezione di sicurezza sui bus e alle fermate: «L’aumento del personale viaggiante impegnato nella funzione di controllo dei titoli di viaggio a bordo del parco mezzi ha dato i suoi risultati, riducendo sensibilmente il danno economico relativo all’evasione dei titoli di viaggio» afferma la presidente di Tpl Linea Simona Sacone.

L’amministratore delegato Giovanni Ferrari Barusso aggiunge: «L’azienda si impegna a proseguire quanto già realizzato sul fronte della sicurezza del trasporto pubblico locale e nella lotta all’evasione, garantendo a ogni ora personale sui mezzi e sulle linee più trafficate, rafforzando anche le stesse strumentazioni in dotazione al personale e sui nostri nuovi mezzi, in grado di assicurare una risposta immediata in caso di emergenze e/o criticità».

Sacone sottolinea: «L’aumento delle percentuali di riscossioni, passaggio ultimo, e decisivo, nella battaglia contro i “furbetti”, è un altro obiettivo primario di Tpl Linea. Questo, a tutela della nostra utenza e dei nostri viaggiatori sempre regolari con la bigliettazione e i titoli di viaggio».

«Ha premiato anche la nostra campagna di informazione e sensibilizzazione rivolta all’utenza sulle pesanti conseguenze cui passeggeri potrebbero andare incontro in caso di mancato rispetto del titolo di viaggio necessario alla corsa in servizio» puntualizza Barusso.

Capitolo decisivo, tuttavia, nella lotta all’evasione è quella degli incassi delle sanzioni, che ora vedono finalmente un aumento significativo: «Indubbiamente andava fatto qualcosa per incrementare uno dei settori che è stato in sofferenza, così la nostra azione interna e il supporto dell’Agenzia delle Entrate hanno portato a una svolta procedurale necessaria alle stesse casse aziendali» dichiarano i vertici dell’azienda di trasporto savonese.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.