È stato rifinanziato il bando regionale della digitalizzazione attivato la scorsa primavera. Il finanziamento di 9,2 milioni di euro consentirà alle imprese di ricevere un contributo a fondo perduto, a conclusione dell’intervento, pari al 60% dell’investimento.

«Con questa nuova iniezione di liquidità raggiungiamo complessivamente, tra questa e le edizioni passate, i 23 milioni di euro investiti – spiega l’assessore regionale allo Sviluppo economico Andrea Benveduti – scongiurando il sorteggio, tanto temuto dai richiedenti, e garantendo così il contributo a fondo perduto per tutte le domande che verranno giudicate idonee. Cifre che Regione Liguria ha attivato a partire dalla prima fase della pandemia e che rafforzeremo con nuove risorse e rinnovati strumenti con la prossima programmazione comunitaria Por Fesr 2021-2027».

La misura, rientrante nell’azione 3.1.1 del Por Fesr Liguria 2014-2020, aveva una dotazione iniziale di un milione di euro e consentiva a professionisti, micro, piccole e medie imprese di presentare una richiesta di contributi a fondo perduto, per un massimo di 10 mila euro a domanda e a copertura del 60% dell’investimento, per sostenere non solo l’acquisto di hardware, software, prestazioni consulenziali, brevetti e licenze (previsti già nelle prime edizioni del bando), ma anche l’adozione di soluzioni tecnologiche di web marketing ed e-commerce per potenziare e migliorare la presenza nei mercati digitali.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.