Al via il progetto di riqualificazione della rotatoria nel quartiere di Santa Caterina, a Sarzana.

La rotonda sarà interamente sistemata, a costo zero per le casse comunali, grazie al finanziamento ottenuto da parte dell’amministrazione comunale da Coop Liguria che curerà a proprie spese anche la sua futura manutenzione.

Il progetto prevede la rimozione del vecchio scheletro della fontana mai entrata in funzione, approvato dalla Giunta comunale con deliberazione n. 204,  garantendo così entro fine anno un nuovo volto all’accesso lato nord-ovest della città, nonché punto nodale di collegamento con il presidio ospedaliero e il centro commerciale.

Il progetto di riqualificazione prevede anche la piantumazione di nuove essenze e la creazione di un impianto di irrigazione, migliorando l’aspetto paesaggistico e il decoro cittadino dell’intera area.

«La vecchia rotonda, vissuta da migliaia di persone ogni giorno, è l’ennesima incompiuta di Sarzana − dichiara il sindaco Cristina Ponzanelli −. Ogni incompiuta abbandonata a Sarzana lascia negli occhi una sensazione di degrado e abbandono, ma supereremo anche questa grazie al supporto essenziale di Coop Liguria che ringrazio sinceramente per aver accolto le nostre richieste e per la disponibilità. L’intervento si inserisce in un pacchetto di investimenti nel quartiere, dal vecchio muro pericolante a sostegno della piazzetta della parrocchia fino alle prossime asfaltature e al nuovo parcheggio gratuito dell’ospedale, tutti volti a restituire dignità a Santa Caterina e ad arterie vissute quotidianamente da sarzanesi e cittadini che raggiungono Sarzana. Recuperiamo una a una le piccole e grandi incompiute abbandonate della nostra città».

Centroluna e Ipercoop stanno ultimando un importante investimento nelle aree di parcheggi esterne al centro commerciale, interamente fruibili dal pubblico, volto alla creazione di coperture con pannelli fotovoltaici destinati all’autoconsumo e ad alimentare postazioni di ricarica di auto elettriche, dando concreta attuazione all’utilizzo pubblico/privato delle energie rinnovabili. Un intervento ulteriore, che rientra all’interno di una riqualificazione complessiva del comprensorio a carico del privato, con il risultato finale di un quartiere a pochi passo dal centro storico più curato, più verde e più green.

Un intervento ulteriore – si legge nell’atto − che si affianca all’ormai prossima conclusione della complessa procedura di acquisizione al patrimonio comunale dei residuati stradali di via 27 gennaio, ancora in capo alla Asl 5 dalla data di costruzione dell’Ospedale Sant’Andrea, che verrà perfezionata con l’atto di acquisto del lotto di terreno su cui insiste la casa testimoniale di proprietà dell’ente. La complessa operazione notarile, che riguarda anche una cessione ad Asl 5 di un terreno limitrofo al nosocomio per un valore sostanzialmente analogo, consentirà quindi l’attuazione del progetto di realizzazione di posti auto gratuiti al servizio dell’ospedale, con conseguente riqualificazione anche del lotto di terreno prospiciente la rotatoria.

Tutti gli interventi si inseriscono in una visione complessiva di riqualificazione del quartiere, con il completamento di opere incompiute come il cantiere della piscina, fino al miglioramento del decoro e della sicurezza con la messa in sicurezza del muro della piazzetta della parrocchia, gli investimenti nella scuola  e la realizzazione del futuro parcheggio gratuito dell’ospedale.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.