Alla luce della situazione in atto e della valutazione relativa alle ultime uscite della modellistica previsionale Arpal ha prolungato l’allerta meteo gialla per temporali su tutta la regione fino alle 24.00 di oggi, giovedì 18 agosto.

Celle temporalesche interessano, dalla scorsa notte, la Liguria, con precipitazioni, in transito piuttosto veloce, generalmente d’intensità debole sul Ponente della regione, moderate o localmente forte sul centro Levante.

Alle ore 11.00 la rete Omirl registra intensità sull’ora forti a Scurtabò (Varese Ligure, La Spezia) con 35.8 millimetri, Varese Ligure con 35.0, Cembrano (Maissana, La Spezia) con 30.2, Santo Stefano d’Aveto (Genova) con 29.6, Sestri Levante con 28.6, Tassani (Sestri Levante) con 27.8, Genova Sant’Ilario e Panesi (Cogorno, Genova) con 27.6. Da segnalare il dato di Panesi che, in 5 minuti, ha cumulato 19.4 millimetri di pioggia mentre dalla mezzanotte è Scurtabò ad avere la cumulata più alta con 58.6 millimetri (dati aggiornati alle 11.30).

Come segnalato ieri, a questa fase instabile sono associate grandinate e raffiche di vento anche intense e colpi di vento; si tratta di fenomeni associati alle precipitazioni di forte intensità che rientrano pienamente nello scenario dell’allerta gialla temporali. Per il dettaglio degli effetti previsti per i diversi livelli di allerta si rimanda al sito.

Per il vento da segnalare le raffiche che hanno raggiunto i 143.6 km/h registrati dall’anemometro della Spezia alle 10.20 mentre, sui rilievi, Casoni di Suvero, sempre nello spezzino, ha toccato 151 km/h. Altri dati: Lago di Giacopiane 131.4 km/h, Framura 111.2, Portovenere 106.6, Corniolo (Riomaggiore) 105.8, Fontana Fresca (Sori) 104.8.  A Levante si sono registrate anche altre raffiche importanti: tra le 7.00 e le 7.10 a Cavi di Lavagna si sono toccati 61.6 e 59km/h, a Chiavari a 57.6. Dalle 9.00 alle 9.10 76.7 km/h al Monte di Portofino, 71.3 a Santa Margherita Ligure, 66,2 a Camogli, 57.6 a Chiavari.

Per tutta la giornata si prevede ancora spiccata instabilità con rovesci o temporali anche di forte intensità su tutta le zone; a essi saranno localmente associati fulmini, grandine, colpi di vento e possibili trombe marine. Le precipitazioni saranno più insistenti sul centro Levante.

Domani, venerdì nella prima parte della giornata possibili ancora temporali, con una bassa probabilità di fenomeni forti sul centro Levante.

Ecco, dunque i fenomeni previsti dall’avviso meteorologico emesso oggi dal Centro Funzionale Meteo Idrologico :

Oggi, giovedì 18 agosto: tempo perturbato con spiccata instabilità e alta probabilità di rovesci o temporali di forte intensità su tutte le zone. I fenomeni potranno essere localmente associati a intensa attività elettrica, grandine, colpi di vento e possibili trombe marine. Precipitazioni più insistenti sul Centro Levante con cumulate areali significative su BCE. Venti settentrionali fino a forti su BCE anche rafficati. Mare localmente molto mosso sul Levante nel pomeriggio

Domani, venerdì 19 agosto: nella prima parte della giornata instabilità residua con temporali fino a moderati su AD, bassa probabilità di fenomeni forti su BCE (possibili allagamenti localizzati ad opera dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche o di piccoli canali/rii. Possibili danni puntuali per isolate raffiche di vento o trombe d’aria, grandine e fulmini, piccoli smottamenti. La protezione civile ricorda di osservare le opportune norme di autoprotezione). Locali rinforzi di venti settentrionali

Dopodomani, sabato 20 agosto: nulla da segnalare

La Sala Operativa Regionale resterà aperta per tutta la durata dell’allerta. In caso di eventi intensi, durante l’allerta saranno pubblicato messaggi di monitoraggio reperibili sul sito https://allertaliguria.regione.liguria.it, e inviati anche tramite Twitter (segui @ARPALiguria).

«Nelle prossime ore – ha detto l’assessore regionale alla Protezione civile Giacomo Giampedrone – ci aspettiamo possibilità del ripetersi degli eventi per tutta la Liguria con effetti al suolo che possono essere simili a quelli di stamani. In questo momento il primo monitoraggio è dato dalla conta dei feriti che fortunatamente sono tutti lievi. Inoltre abbiamo circa 20 persone che hanno dovuto abbandonare la loro casa tra Chiavari, Cogorno e Lavagna per tetti scoperchiati. Anziani che in questo momento sono stati ospitati da parenti e amici. Per coloro che non hanno trovato una sistemazione i Comuni si stanno già attivando con eventuali strutture alberghiere e i Coc. Questa fenomenologia di eventi temporaleschi ha ormai caratteristiche pressoché consolidate che ci devono far capire quanta importanza riveste l’allerta meteo con un’ampia previsione nell’arco delle 24 ore, rispetto ad eventi che in poco tempo possono causare situazioni di pericolo per l’ incolumità delle persone e diversi danni alle cose come accaduto questa mattina».

«Invito i cittadini liguri alla massima prudenza – dichiara il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti  – perché l’allerta meteo è tutt’ora in corso, soprattutto nel levante ligure. Sono in collegamento costante con la sala operativa della nostra protezione civile per monitorare la situazione e tutti gli aggiornamenti fino al termine dell’allerta. Lo scenario che si è verificato fino ad oggi sta ampiamente all’interno delle valutazioni previsionali avvenute con circa 24 ore di anticipo nella giornata di ieri – ha continuato l’assessore – I tecnici di Arpal hanno valutato la prosecuzione dell’allerta con i nuovi modelli previsionali della mattinata».

Elisabetta Trovatore, vicedirettore del dipartimento Ambiente e Protezione civile,   conferma l’intensità della perturbazione sul brevissimo periodo: «Abbiamo avuto nella zona di Panesi 20 millimetri di pioggia alle 5 di stamani, raggiungendo i 40 millimetri in tre ore, a testimonianza dei fenomeni molto intensi, con raffiche di vento che hanno oltrepassato i 140 km all’ora a Framura e vento sostenuto sul lago di Giacopiane, con raffiche fino a 127 km all’ora e un vento medio generale di 103 km all’ora».

Nella notte e in mattinata si sono verificati fenomeni intensi tipici dell’allerta gialla: le raffiche di vento hanno raggiunto anche i 143 km/h a La Spezia, 111 a Framura, 106 a Portovenere, 77 sul Monte di Portofino. Oltre ai colpi di vento, segnalati nell’Avviso meteorologico emesso ieri in occasione dell’emanazione dell’allerta, si sono verificate grandinate anch’esse indicate nell’avviso di ieri. I disagi più importanti sono dati dagli alberi caduti che hanno determinato l’interruzione della linea ferroviaria. Fenomeni associati alle precipitazioni di forte intensità che rientrano pienamente nello scenario dell’allerta gialla temporali. Per il dettaglio degli effetti previsti per i diversi livelli di allerta si rimanda al sito allertaliguria.regione.liguria.it

Intanto la sala operativa è in stretto contato con tutte le amministrazioni comunali – dice l’assessore – e sono in corso da parte dei territori coinvolti le valutazioni dei danni al patrimonio pubblico e privato che saranno quantificati precisamente poi al termine dell’evento.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.