Nuove commesse per Leonardo: l’azienda ha ricevuto tre ordini per elicotteri bimotore per trasporto vip/corporate.

L’annuncio è stato dato durante il salone aeronautico di Labace, che si sta tenendo in questi giorni a San Paolo, in Brasile, e riguarda due AW169 e un AW109 Trekker.

Nello specifico, un AW169 e l’AW109 Trekker saranno consegnati a un operatore privato nel quarto trimestre 2023. L’altro elicottero AW169 sarà fornito al suo operatore nel terzo trimestre del prossimo anno. Gli elicotteri saranno dotati di configurazioni dedicate e interni altamente personalizzati e beneficeranno di pacchetti completi di assistenza tecnica forniti dal nuovo Centro di supporto logistico di Itapevi.

Questi ordini portano a 14 unità il totale di AW169 acquistati da operatori vip in Brasile.

L’AW169, primo nuovo elicottero nella sua categoria a entrare sul mercato in oltre 30 anni, presenta innovazioni e combina i ridotti costi di gestione di elicotteri leggeri bimotore con una maggior capacità di carico, raggio d’azione e volume a bordo. Il comfort disponibile nel cockpit e in cabina per piloti e passeggeri è assicurato anche dalla capacità di utilizzare uno
dei due motori come sistema di alimentazione ausiliario (APU – Auxiliary Power Unit mode) in grado di mantenere funzionanti a terra il sistema di climatizzazione e riscaldamento e le radio.
L’AW109 Trekker è il primo elicottero di Leonardo in questa classe dotata di pattini: mantiene la fusoliera, l’ampia cabina e le prestazioni al vertice dell’AW109 Grand offrendo maggior capacità di carico e costi competitivi. È dotato di avionica di ultima generazione Genesys Aerosystems che può essere configurata in base ai requisiti dell’operatore: uno o due piloti, volo a vista o strumentale.

Nell’ultimo decennio Leonardo si è aggiudicata una quota di mercato superiore al 45% nel settore degli elicotteri bimotore vip/corporate, per applicazioni quali trasporto privato, charter e governativo. Sono oltre 900 gli elicotteri vip/corporate di Leonardo in servizio nel mondo oggi e quasi il 25% sono basati in America Latina.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.