La tensione per Taiwan non frena le borse europee, tutte in rialzo

La chiusura dei mercati finanziari, i titoli in evidenza, le valute, lo spread Btp/Bund, le quotazioni del greggio

La tensione per Taiwan non frena le borse europee, tutte in rialzo

La conclusione della visita di Nacy Pelosi a Taiwan senza incidenti e le trimestrali positive hanno spinto Wall Street e le borse europee che hanno chiuso in netto rialzo. Francoforte segna +0,99%, Londra + 0,45%, Parigi +1%, Milano +1%. Spread Btp/Bund a 213 punti (variazione -3,24%, rendimento Btp 10 anni +2,94%, rendimento Bund 10 anni +0,81%)

A Piazza Affari in testa al listino principale si è piazzata Banca Mediolanum (+5,77%) che ha rivisto al rialzo le stime di margine operativo e registrato una raccolta in crescita a luglio. Brillano anche Pirelli (+4,49%), Bpm (+5,02%) in attesa dei numeri, oggi a Borsa chiusa, mentre la trimestrale di Bper Banca (+4%) arriverà domani.

In calo il prezzo petrolio, dopo l’aumento delle scorte americane nell’ultima settimana e dopo che l’Opec+ ha deciso per un limitato aumento della produzione, a causa delle tensioni sul mercato con la guerra tra Russia e Ucraina. A fine giornata, il Wti è in calo del 2% a 92,61 dollari e il Brent dell’1,9% a 98,62 dollari. In leggero ribasso il prezzo del gas europeo, che scende sotto i 200 euro al MWh a 197 euro.

Sul valutario l’euro a fine giornata è scambiato a 1,013 dollari (da 1,0201 ieri in chiusura) e 136,14 yen. Dollaro/yen a 134,34.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.