La giunta regionale ligure ha valutato positivamente la richiesta di finanziamento per la realizzazione del progetto ‘Ausili sportivi agli atleti con invalidità civile‘ prevedendo uno stanziamento complessivo di 40mila euro.

«La Liguria è stata la prima regione in Italia a stanziare qualche anno fa questo contributo destinato a persone con disabilità, prevalentemente motoria, iscritte a società sportive riconosciute dal Comitato italiano paralimpico – dichiara l’assessore alle Politiche Sociali – Siamo orgogliosi di rinnovare questa misura che consente l’acquisto di ausili sportivi e che riconosce ancora una volta all’attività sportiva un grande valore di inclusione sociale. E’ motivo di particolare soddisfazione poi vedere che questo provvedimento contribuisce ai nostri atleti disabili di affermarsi nelle competizioni nazionali e internazionali diventando veri e propri punti di riferimento, come Francesco Bocciardo nel nuoto, e portando in alto il nome della nostra regione».

«Come Regione Liguria siamo vicini a tutti gli sportivi, lo siamo quando abbiamo il piacere e l’onore di tributargli straordinari successi, ma ancora di più quando lo sport ha bisogno di un aiuto da parte delle istituzioni − aggiunge l’assessore allo sport di Regione Liguria − con questo provvedimento andiamo a sostenere gli atleti disabili che in questo modo possono usufruire di un aiuto economico per continuare o iniziare a fare sport. Un ottimo strumento a tutela e a vantaggio dei nostri atleti paralimpici ed un importante messaggio per chiunque voglia praticare attività sportiva senza nessuna limitazione.
Lo sport si conferma essere un eccezionale maestro di vita che non smette mai di rappresentare ad ognuno di noi importanti insegnamenti».

Fissati i requisiti: essere atleti disabili, tesserati di società paralimpiche riconosciute dal Comitato Italiano Paralimpico – Comitato regionale Liguria – (Cip): non essere assistiti Inail, in quanto tale istituto provvede già a concedere gli ausili sportivi; non aver ricevuto, dalla Regione Liguria o da altri Enti pubblici (anche per discipline diverse), ausili sportivi (o parti di essi) ovvero contributi per l’acquisto degli stessi negli ultimi sei anni antecedenti alla presentazione della presente domanda oppure, di non aver ricevuto, dalla regione Liguria o da altri Enti pubblici (anche per discipline diverse), ausili sportivi (o parti di essi) ovvero contributi per l’acquisto degli stessi negli ultimi tre anni antecedenti alla presentazione della domanda.

La valutazione delle richieste di contributo, presentate dagli atleti disabili tesserati in società paralimpiche, verrà effettuata e verbalizzata da una apposita commissione composta da un rappresentante indicato dal Comitato regionale Liguria- (Cip) e da due funzionari del Settore Politiche Sociali, Immigrazione, Terzo Settore e Pari Opportunità. Ad oggi gli atleti tesserati di società paralimpiche riconosciute Cip sono circa 500 in Liguria, in aumento rispetto agli anni passati.

Le domande potranno essere presentata fino al 30 settembre 2022 alla Consulta regionale per la tutela dei diritti della persona handicappata e, nel caso di valutazione positiva, da parte della commissione, verranno finanziate sulla base dell’ordine cronologico di presentazione e fino a esaurimento dei fondi disponibili. Il contributo non potrà superare i 4 mila euro per ciascun atleta.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.