Albenga ottiene 1 milione 430 mila euro dal Pnrr – missione 4 – per la riqualificazione funzionale e messa in sicurezza di edifici scolastici.

L’amministrazione comunale ha candidato l’asilo nido R. Di Ferro per poter realizzare importanti lavori strutturali, di adeguamento antincendio e antisismico, sostituzione di pavimentazione e serramenti, installazione di pannelli solari, efficientamento energetico e abbattimento delle barriere architettoniche.

«La cifra ottenuta per l’asilo ci permetterà di effettuare importanti lavori strutturali e di adeguamento antisismico e antincendio − commenta l’assessore all’edilizia scolastica Silvia Pelosi − oltre che di riporre una particolare attenzione all’aspetto dell’efficientamento energetico grazie alla realizzazione di un cappotto termico, l’installazione dei pannelli solari e la sostituzione di tutti i serramenti. Avremo un asilo completamente ristrutturato e rinnovato, all’avanguardia adeguato alle esigenze dei bambini più piccoli».

«Essere riusciti ad accedere anche a questi fondi del Pnrr − afferma l’assessore alle politiche sociali Marta Gaia − sottolinea ancora una volta l’attenzione dell’amministrazione sia nei confronti del mondo della scuola si in progetti che cambieranno il volto della città da qui ai prossimi anni. Il nido d’Infanzia R. di Ferro necessitava di importanti interventi strutturali, ma con questo finanziamento riusciremo a rinnovare anche gli interni modificando gli spazi per dare ai nostri bambini ambienti di gioco più idonei, belli e sicuri. Ci adopereremo inoltre per reperire risorse e finanziare l’acquisto di nuovi arredi che si andranno ad aggiungere a quelli già acquistati nel 2021. I lavori, che inizieranno a giugno 2023, prevedono infine un ampliamento dei posti previsti all’asilo che sarà quindi in grado di accogliere più bambini. Stiamo già valutando, insieme agli uffici, che ringrazio per la collaborazione, soluzioni alternative per mantenere il servizio di asilo nido nel periodo di esecuzione dei lavori».

Ottenuto questo importante finanziamento il cronoprogramma prevede la realizzazione del progetto definitivo esecutivo e l’affidamento dei lavori che inizieranno al termine dell’anno scolastico 2022/23.

«La nostra amministrazione − afferma il sindaco Riccardo Tomatis − continua a mantenere alta l’attenzione sia al reperimento di fondi e finanziamenti (come i fondi Pnrr) sia alle generazioni future alle quali vogliamo offrire edifici scolastici adeguati e più sicuri. Dall’inizio del nostro mandato abbiamo già effettuato molti interventi sulle nostre scuole. Oltre a quelli di ordinaria e straordinaria manutenzione abbiamo investito oltre 1 milione 700 mila euro (anche attraverso l’ottenimento di fondi ministeriali) per l’adeguamento sismico e antincendio del Liceo G. Bruno (350 mila euro) delle Paccini (710 mila euro) di via degli Orti (710 mila euro). Con il finanziamento di 1 milione e 430 mila euro ottenuto per l’asilo nido R. di Ferro andiamo a completare gli interventi di adeguamento sismico e antincendio sui nostri edifici scolastici».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.