«Rapallo è la città più in crescita, anche demografica, del comprensorio. Milioni di investimenti pubblici e privati, nuove strutture ricettive e abitative, il nuovo porto, che diverrà il più competitivo del Mediterraneo, il depuratore, persino una nuova spiaggia che sta sorgendo proprio qui davanti, la rendono vivace e competitiva». Lo ha dichiarato il sindaco di Rapallo, Carlo Bagnasco, all’open day organizzato da Santandrea Luxury Houses (Gruppo Gabetti) e dall’agenzia “La Riviera” che sabato mattina ha aperto la visita al cantiere delle nuove residenze dello storico Hotel Savoia, oggetto di un intervento di riqualificazione e ristrutturazione.

Carlo Bagnasco

«Si dimostra vincente – ha aggiunto Bagnasco –l’alleanza pubblico-privato per la realizzazione di opere come questa. L’amministrazione che rappresento ha avuto la lungimiranza di sbloccare pratiche farraginose ferme da oltre quaranta anni, rendendo così gli investimenti appetibili per i più prestigiosi gruppi imprenditoriali italiani. Ringrazio la famiglia Sangiovanni che con professionalità e competenza sta contribuendo significativamente a disegnare il volto della Rapallo del futuro».

Il Savoia, di proprietà del Gruppo Sangiovanni guidato dai fratelli Francesco, Maria Rosaria e Domenico, imprenditori da sempre attivi sul territorio ligure, è un palazzo storico dalla facciata che rievoca motivi naturalistici e floreali novecenteschi, peculiari della Belle Époque. La sua riqualificazione  esalta le caratteristiche rivoluzionarie introdotte dall’Art Nouveau nel XX secolo. Nato come albergo, è stato convertito per il 70% in appartamenti (21 unità abitative, bilocali, trilocali e attici con vista mare) mentre il restante 30% rimarrà destinato a spazio alberghiero, con una spa e un ristorante. Nello spazio interno dell’edificio sono previsti posti auto di proprietà a uso esclusivo dei residenti. Gli appartamenti sono commercializzati da Santandrea Luxury Houses con la collaborazione dell’agenzia “La Riviera” di Rapallo.

«Il progetto del Savoia, per la sua rilevanza storica e architettonica – ha precisato Francesco Sangiovanni, presidente del Gruppo Sangiovanni – ha rappresentato immediatamente una sfida per il nostro gruppo, alla ricerca dell’equilibrio perfetto tra conservazione e innovazione. La conservazione dell’esistente è stata fatta attraverso le più moderne tecnologie in dotazione ai nostri progettisti, che hanno consentito un utilizzo più razionale degli spazi senza compromettere nessun elemento storico, ma consentendo di creare ambienti inaspettati e di grande fascino. La nostra famiglia ha un legame affettivo profondo con Rapallo e il gruppo Sangiovanni, che con orgoglio rappresento, ha saputo cogliere le opportunità create grazie alle condizioni predisposte dall’attuale amministrazione del sindaco Carlo Bagnasco. Lo sviluppo del progetto del Savoia va di pari passo con lo sviluppo di una città ambiziosa e con altri grandi investimenti pubblici e privati che stanno interessando Rapallo, alcuni sempre del nostro gruppo».

«L’intervento di riqualificazione è stato predisposto con molta attenzione e professionalità, finalizzato a rispettare la storicità e il fascino del palazzo, situato in un punto nevralgico per la cittadina di Rapallo, che attrae sempre più turisti sia italiani sia stranieri, l’obiettivo è ora renderla ancora più bella grazie a lavori di riqualificazione mirati» ha affermato Fabio Guglielmi, consigliere delegato di Gabetti Agency e direttore di Santandrea Luxury Houses.

Durante l’evento sono state esposte opere, prestate dalla Galleria San Babila di Milano, dell’artista Endless, presente all’ultima Biennale di Venezia.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.