Cambio ai vertici di Codè Crai Ovest. Michele Poliseno è il nuovo presidente della cooperativa torinese che oggi conta quasi 400 punti vendita a marchio Crai in tutto in nord ovest d’Italia, tra cui Liguria, Piemonte, Lombardia e Valle d’Aosta.

Il consiglio di amministrazione, nominato lo scorso 3 luglio dall’assemblea dei soci, lo ha eletto per un mandato di 3 anni. Il presidente uscente, Piero Boccalatte è stato nominato presidente onorario. Da 64 anni socio Codè Crai Ovest, Boccalatte mantiene la presidenza di Crai Secom.

Michele Poliseno, originario di Rivoli (TO) e attivo nel settore gdo da quando aveva 25 anni, oggi è proprietario di 7 punti vendita Crai tra Torino e Provincia: gli storici supermercati di Condove e Almese, aperti nel 2004, ai quali negli anni si sono aggiunti quelli di Ciriè, dell’aeroporto di Caselle e quelli di via San Quintino, via Gioberti e via Caserta a Torino.

«Sono onorato della fiducia accordatami dai colleghi e orgoglioso di ricoprire un ruolo così importante − ha dichiara il nuovo presidente Poliseno − Sono consapevole che in questo periodo di incertezza mi sarà richiesto un forte impegno per affrontare le nuove sfide che il mercato e l’evoluzione dei consumi ci mettono di fronte. L’obiettivo è sempre quello di una crescita del gruppo e dei soci, che non può esistere se non in chiave green ed ecosostenibile. Durante il mio mandato continuerò ad incentivare le tante iniziative solidali con i piccoli produttori e con le diverse associazioni impegnate in ambito ambientale che sono state messe in piedi da Crai negli anni, nonché le campagne di sensibilizzazione dei clienti verso il tema sostenibilità, prima fra tutte quella che prevede l’istallazione, in sempre più punti vendita, di dispositivi per riciclo della plastica nell’ottica di incentivare la raccolta differenziata dei rifiuti».

Codè Crai Ovest ha reso pubblici i dati ufficiali relativi al 2021: il fatturato è di 353 milioni +11,7% rispetto al 2019. Confermato il piano triennale di sviluppo di oltre 10 milioni di euro all’anno con la previsione di 45 aperture entro il 2023 e circa 200 assunzioni.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.