“Attenzione alle richieste ingannevoli di pagamento da parte dei soggetti che nulla hanno a che fare con noi”. La Camera di Commercio Riviere di Liguria avvisa le imprese di porre massima cautela.

In estate, periodo di scadenze fiscali, sono molti i casi segnalati di richieste ingannevoli di denaro: tramite vari tipi di moduli predisposti o bollettini postali, vengono richieste somme per pubblicazione in annuari, iscrizioni in repertori, elenchi e registri, abbonamenti a riviste specializzate, offerte di prestazioni assistenziali o previdenziali.

Sono tutte iniziative promosse da privati che non hanno nulla a che fare con la Camera di commercio e per le quali non sussiste alcun obbligo di pagamento. L’ente ha evidenziato sul proprio sito le casistiche più frequenti di richieste ingannevoli di pagamento.

Il pagamento del diritto annuale si effettua solo tramite il modello F24 o PagoPA: mai vengono recapitati bollettini al domicilio delle imprese per pagamenti in favore dell’ente camerale.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.