Il Consiglio delle autonomie locali della Liguria si rinnova. Alla sua guida è stato eletto all’unanimità il presidente della provincia di Savona e sindaco di Calizzano Pierangelo Olivieri. Nel ruolo di vicepresidente è stata nominata Monica Paganini, sindaco di Arcola (La Spezia).

L’elezione si è svolta questa mattina nella sede della Città metropolitana di Genova ed è stata presieduta dal consigliere reggente Claudio Scajola, sindaco di Imperia, presidente della Provincia e vicepresidente nazionale Anci. Segretario generale del CAL è Pierluigi Vinai, suo vice Luca Petralia.

Dopo molti anni alla guida del Cal Liguria torna un presidente di Provincia e per la prima volta è affiancato da un’amministratrice donna, nel contesto dell’alternanza tra ruoli ricoperti (in seno alla presidenza del Consiglio comunale prima, e della Provincia ora) e territori di provenienza (Genova e Savona prima, Savona e La Spezia ora), confermando il principio dell’equilibrio e della circolarità nella piena rappresentanza di tutte le autonomie liguri. «Ruotando la presidenza e la vicepresidenza fra le diverse quattro Province — commenta Scajola — mi è sembrata una soluzione che valorizzasse il senso di condivisione del Cal fra Comuni e Province».

«Voglio rivolgere le mie sincere congratulazioni agli eletti — afferma il presidente nazionale dell’Unione province d’Italia Michele de Pascale — e sottolineare la portata fortemente innovativa della scelta fatta dalle amministratrici e dagli amministratori della Liguria. È un modello che va valorizzato e rilanciato sul territorio, perché segna anche formalmente un passaggio essenziale per le Province, che si affermano con sempre maggiore autorevolezza come case dei comuni e non solo riacquisiscono il loro ruolo ma diventano l’istituzione attraverso cui tutte le comunità, piccole e grandi città, si sentono rappresentate».

«Sono contento per questo incarico di rilievo poiché il Cal è un organo costituzionale, previsto dall’art. 123 della nostra Carta — sostiene il neo presidente Olivieri, in passato già consigliere e vicepresidente Cal —, un’assemblea importante per la sua funzione di collegamento e raccordo tra la Regione e le autonomie locali, ovvero i 234 Comuni e i 4 enti di area vasta, che costituiscono il tessuto principale per la rappresentatività dei territori e delle loro comunità».

«È importante — sottolinea la neoletta Paganini — che ci sia una rappresentanza dei Comuni più piccoli in questo organo per favorire la più ampia partecipazione possibile delle autonomie locali ai processi decisionali della Regione. Anche la voce dei territori più periferici è fondamentale sia per lo sviluppo della nostra bellissima Liguria che per il miglioramento della qualità di vita di tutti i cittadini».

Nuovo componente è anche il sindaco di Vallecrosia Armando Biasi, che entra a far parte dell’Assemblea in seguito alla decadenza del sindaco di Ventimiglia Gaetano Scullino.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.