Portofino, Porto Venere, l’outdoor e l’enogastronomia.

Sono queste le località e le suggestioni scelte per il secondo spot turistico della Regione Liguria con Elisabetta Canalis.

Uno spot di 30 secondi che si collega, in modo diretto, alla cartolina andata in onda durante le serate del Festival di Sanremo.

Gli spot a Sanremo sono stati visti da 8,9 milioni di spettatori la prima sera, 9 milioni la seconda, 8,5 milioni la terza, 6,7 milioni la quarta e 12,5 milioni l’ultima serata.

Anche in questo caso la campagna andrà in tv da lunedì sulle reti nazionali e sarà seguita da un altro spot in autunno.

Il messaggio questa volta è più chiaro: “La Liguria è di tutti” e non lascia spazio a interpretazioni che la scorsa occasione avevano suscitato perplessità tra pubblico e addetti ai lavori.

Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti chiarisce: «L’obiettivo delle tre campagne di promozione del territorio è di raccontare la nostra terra a un pubblico sempre più vasto che si identifichi anche attraverso gli occhi di chi non abita nella nostra regione ma che invece conserva un bel ricordo dopo una vacanza, un amore o anche una visita per lavoro. Lo spot si basa sulle emozioni che spesso sono quelle che inducono a decidere la meta di vacanza».

La partecipazione di Elisabetta Canalis rientra in un accordo annuale il cui cachet (120 mila euro) copre tutta l’attività prevista nel 2022: «Le bellezze e le eccellenze del territorio ligure sono molte – racconta Elisabetta Canalis – e per me è stato un piacere svelare il fascino di una regione che spesso mi ha accolta per lavoro o per svago. La Liguria è un patrimonio dell’Italia. Ricevo costantemente domande negli Stati Uniti sul nostro Paese, anche come meta per i matrimoni».

Il vicepresidente con delega al Marketing Territoriale Alessandro Piana spiega: «Stasera presenteremo la campagna agli stakeholder a Portofino. Raccontiamo l’unicità della Liguria, all’insegna delle eccellenze agroalimentari. Lo testimonia il coinvolgimento di Liguria Gourmet che, attraverso i nostri “food ambassador”, coniuga allo stesso tempo tradizione e innovazione. Ringrazio per la sinergia e il loro sostegno il Comune di Portofino, Portofino Mare, Portofino Yacht Marina e Castello Brown. L’obiettivo è arrivare alla destagionalizzazione».

La Regione fornisce qualche dato sul turismo 2022: da gennaio sono già state registrate più di 3,6 milioni di presenze. Il solo mese di maggio ha totalizzato più di 1,2 milioni di presenze, mentre nel 2019 nello stesso periodo furono 1,16.

L’assessore al Turismo Gianni Berrino aggiunge: «Uno spot per i turisti, da chi ha vissuto e conosciuto la nostra regione da turista e può invogliare a scegliere la Liguria come meta di vacanza».

Canalis ha girato solo a Portofino: «Il Comune di Portofino – spiega il sindaco Matteo Viacava – è orgoglioso di rappresentare un simbolo della Liguria, in Italia e nel mondo. La nostra regione è pronta a vivere un’altra estate da protagonista. La responsabilità che percepiamo a livello internazionale, ci ha portato a intraprendere scelte che vadano a impattare virtuosamente sul territorio, come nel caso del progetto Portofino Carbon Free».

«La Liguria che stiamo cercando di raccontare, insieme agli amici della Regione, è quella che oggi si chiama Green & Blue ma una volta si chiamava Verdeazzurro, come il nome della guida all’Alta Via dei Monti Liguri, che le Camere di Commercio hanno ideato e promosso come prodotto turistico ante litteram – spiega Paolo Odone, vicepresidente della Camera di Commercio di Genova – un prodotto che si sposa alla perfezione con le esigenze dei viaggiatori di oggi, sempre più alla ricerca di spazi all’aria aperta, esperienze autentiche, prodotti genuini e scorci da fotografare e magari condividere sui social, ma lontani dagli assembramenti del turismo di massa. A questi viaggiatori dobbiamo guardare per un turismo sempre più di qualità e sempre più attento alla sostenibilità».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.