Chiusura pesante per la Borsa di Milano: Ftse Mib a -2,47%. L’all share ha terminato a -2,38%, mentre il Ftse Italia Growth ha perso l’1,19%. Oltre ai due titoli Saipem (Axaz perde il 56,55% e Saipem il 21,72%), male i bancari con Unicredit che scivola a -5,26% e Intesa Sanpaolo a -5,12%.

Sono i timori per la recessione a piegare le Borse dopo il monito di Andrea Enria, presidente del Consiglio di Vigilanza della Bce, su un possibile ricalcolo dei dividendi in uno scenario recessivo.

Non fanno meglio le borse europee: Francoforte -1,68%, Parigi -1,80%, mentre Londra termina a -1,95%.

L’Opec+ e i Paesi alleati hanno deciso di confermare l’incremento della produzione di petrolio che era stato preannunciato. In discesa i prezzi del barile, con il Wti verso quota 106 dollari e il Brent in area 114,5.

Cambio euro dollaro in rialzo a 1,04633 (+0,21%), l’euro-yen scende a 142,1045 (-0,35%).

Lo spread tra Btp decennale italiano e corrispondente Bund tedesco ha chiuso a 194 punti base (+2,66%). Il rendimento è a +3,3%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.