Nessuna manifestazione d’interesse all’Avviso pubblico emanato dalla Regione ai Comuni costieri per progetti di turismo accessibile e inclusivo per le persone con disabilità. Per questo la giunta regionale, anche su richiesta di Anci Liguria, ha deciso di prorogare di ulteriori 20 giorni i tempi per la presentazione delle domande.

Nello specifico, l’avviso è rivolto ai Comuni costieri per la selezione di partner per la successiva presentazione di un progetto a valere sull’Avviso pubblico nazionale per il finanziamento di idee progettuali per il turismo accessibile e inclusivo per i disabili.

“Valutato opportuno permettere al maggior numero possibile di soggetti interessati di presentare le manifestazioni di interesse – si legge nella nota della regione – per realizzare il più compiuto utilizzo delle risorse, la scadenza è stata quindi prorogata dal 9 al 30 maggio 2022″.

Le risorse complessive a copertura della Progettazione che la Regione presenterà al ministero sono pari a 1,32 milioni di euro, di cui 1,2 milioni di risorse nazionali e 120 mila euro di risorse regionali.

«Vista la peculiarità della Liguria, abbiamo deciso di orientare questa misura sul turismo balneare – ricordano congiuntamente gli assessori alle Politiche sociali, Ilaria Cavo, e al Turismo, Gianni Berrino – È un’importante opportunità che consente di usare le leve dell’inclusione in due direzioni: nell’ottica di un turismo accessibile e nell’ottica di un avvio al lavoro per le persone con disabilità. Ci auguriamo che i Comuni possano cogliere l’opportunità della proroga per formulare progetti per l’accessibilità delle persone con disabilità alle spiagge libere e libere attrezzate, ai servizi turistici incluse le strutture ricettive. Contestualmente viene chiesta l’attivazione di tirocini per l’inclusione lavorativa di persone con disabilità nei servizi turistici. Le progettualità dei Comuni verranno valutate da un’apposita commissione che privilegerà le proposte che mirano a implementare l’accessibilità nelle zone in cui è meno sviluppata. Tutto dovrà essere realizzato entro un anno e mezzo».

Le risorse saranno così suddivise: 700 mila euro per l’implementazione di servizi per spiagge accessibili, inclusi servizi di accoglienza e accompagnamento in mare per persone disabili, acquisti dedicati come piattaforme, sedie Sand & sea, postazioni con lettini alti, sedie Job per accesso in acqua, ulteriori bagni pubblici accessibili per disabili, chioschi accessibili, collegamenti con pedane. Altri 390 mila euro saranno destinati alla realizzazione di infrastrutture per servizi della ricettività alberghiera e per l’organizzazione di servizi accessibili; 110 mila euro verranno invece impegnati per l’attivazione di tirocini lavorativi per persone con disabilità. I Comuni costieri in forma associata, e con la partecipazione degli enti del terzo settore, potranno presentare le proprie proposte progettuali.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.