È stata presentata oggi alla Spezia ai sindaci e alla consigliera provinciale delegata alla Viabilità della Provincia la proposta di piano, per 2,615 milioni di euro complessivi, degli interventi di messa in sicurezza del territorio relativamente alle emergenze maltempo 2019, che hanno interessato lo spezzino. Il piano è stato illustrato dall’assessore regionale alla Protezione Civile.

Si tratta di interventi strutturali, divisi in due stralci di finanziamento, relativi al maltempo che ha colpito l’intera Liguria ad ottobre, novembre e dicembre di quell’anno. Nella provincia della Spezia sono rimasti coinvolti i comuni di Arcola, Bolano, Brugnato, Deiva Marina, Framura, Porto Venere, Sesta Godano e Varese Ligure. Le opere saranno eseguite dai Comuni, solo nel caso dei danni avvenuti nella zona di Porto Venere sarà la Provincia della Spezia, che sarà quindi destinataria del finanziamento, a occuparsi dell’intervento.
La proposta è stata esaminata con i sindaci del territorio. Venerdì 20 maggio il presidente della Regione Liguria, che è Commissario delegato del governo per l’emergenza maltempo, firmerà il decreto che sarà inviato al Dipartimento Nazionale per il via libera definitivo e l’erogazione delle risorse su tutto il territorio regionale. Una volta approvato il decreto sarà immediatamente esecutivo e i comuni dovranno avviare i cantieri entro un anno.

«Quelli presentati oggi e che finanzieremo sono interventi strutturali, quindi vere e proprie messe in sicurezza del territorio – spiega il presidente della Regione Giovanni Toti – che consentiranno di aumentare la resilienza del territorio e quindi, nell’eventualità di nuovi eventi climatici avversi, diminuirne la vulnerabilità. Siamo riusciti a coprire il 100% delle prime priorità che ci sono state indicate direttamente dagli enti territoriali: in questo modo si va consolidando un modus operandi della Protezione Civile regionale, già sperimentato in maniera proficua soprattutto in occasione della grande mareggiata del 2018, ovvero individuare le priorità dei finanziamenti sulla base delle necessità alle emergenze riscontrate direttamente dai sindaci. Un lavoro svolto a stretto contatto anche con il Dipartimento Nazionale, per dare riposte concrete nel più breve tempo possibile ai bisogni del territorio. Questo modo di procedere nella gestione delle emergenze consente di distribuire risorse con modalità e criteri condivisi, con un beneficio al sistema di Protezione Civile in senso lato oltre che per i Comuni interessati».

Gli interventi

Arcola (nella foto): via Vissano, consolidamento del versante franoso con ricostruzione della sede stradale, asfaltatura e installazione guardrail e ripristino e messa in sicurezza degli ulteriori movimenti franosi (aggravamento fenomeno del 2016), 485mila euro
Bolano: località Cornocchiolo, consolidamento del versante a valle della strada per un tratto di 25 metri con una berlinese e sistemazione del collettore fognario, 160mila euro
Brugnato: località Bozzolo, ripristino del versante a valle della strada che collega la frazione col capoluogo e ripristino del piano viario, 125mila euro
Deiva Marina: località Roazza, realizzazione di scogliera d’argine di protezione in sponda destra di circa 80 metri lungo il torrente Castagnola e ripristino del percorso ginnico danneggiato, 120mila euro
Framura: località Valdeiva, rimozione del materiale di sovralluvionamento e ripristino dell’officiosità del corso d’acqua, 300mila euro
Porto Venere: località Panigaglia SP530, sistemazione del movimento franoso e consolidamento della carreggiata stradale, 350mila euro
Sesta Godano: Pian di Durla, realizzazione di scogliera di protezione del tratto di argine crollato lungo il torrente Durla prima della confluenza col fiume Vara, 75mila euro
Varese Ligure: località Guardiola, risagomatura alveo torrente Crovana e realizzazione scogliera in sponda destra, con consolidamento della scarpata e della soprastante strada statale 523 Colle di Centocroci, 1 milione di euro.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.