«Il cantiere della Gronda potrebbe aprire a settembre».

Lo ha detto l’amministratore delegato di Autostrade per l’Italia Roberto Tomasi, al convegno “Liguria infrastrutture: mobilità, ambiente, sicurezza” a Genova.

La conferma deriva dal fatto che il piano economico finanziario della società è stato consolidato il 31 marzo. «Non ci sono più incertezze nella definizione dei progetti e la Gronda fa parte delle attività previste. Le dichiarazioni che ha fatto il ministro sull’approvazione a luglio sono assolutamente in linea con le attività che stiamo facendo: a fine maggio emetteremo la relazione sulla validità del progetto».

Tomasi evidenzia due fattori fondamenteli prima della partenza ufficiale: «Il decreto ‘Aiuti’ ci dà la possibilità di aggiornare coerentemente i prezzi. Poi a fine giugno presenteremo la validazione tecnica del progetto, assevereremo che è adeguato alle normative attuali e consegneremo la dichiarazione-relazione: ci saranno tutte le condizioni per partire. Un confronto con tutti gli stakeholder diventa fondamentale per mettere a terra questo progetto. Innanzitutto ad agosto potranno partire i cantieri preliminari, il lotto zero esteso con Amplia, ex Pavimental. Le modalità di aggiudicazione sono parte ulteriore del confronto che avremo col governo».

Il ministro delle Infrastrutture Enrico Giovannini conferma: «Sono in corso una serie di verifiche sulla Gronda autostradale di Genova, a luglio dovrebbero essere completate, però per favore distinguiamo tra le motivazioni che hanno fermato i lavori e gli investimenti della Gronda dal ‘tema procedurale’, perché la condizione di Aspi ha fermato una serie di attività a causa dell’incertezza del futuro della società, incertezza che ora è stata sciolta. Se mettiamo ogni volta in un unico calderone tutte le problematiche nonostante le necessità di semplificazione, rischiamo di non capire cosa è cambiato e cosa ci fa essere un po’ più ottimisti anche sulla Gronda».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.