Si conclude con un trasferimento di fondi dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali per circa 785mila euro l’iter perseguito dalla Regione Liguria per ristorare i danni alle strutture aziendali, conseguenti alle piogge intense e venti di burrasca del periodo compreso tra il 14 ottobre e il 20 dicembre del 2019.

«La delibera di giunta odierna – spiega il proponente, Alessandro Piana, vicepresidente della Regione Liguria con delega all’Agricoltura – stanzia circa 874 mila euro a favore di 61 aziende agricole della province di Genova, del savonese e dell’imperiese (le aziende dello spezzino non hanno presentato domanda) interessate dagli eventi atmosferici abnormi della fine del 2019 che hanno procurato ingenti danni. È molto importante per il tessuto produttivo ligure veder riconosciuto lo stato di calamità naturale dal Ministero con il conseguente trasferimento di fondi per 785mila euro, che la Regione Liguria ha però ritenuto doveroso integrare con circa 90 mila euro, attingendo ad economie di spesa precedenti, per poter impegnare l’intera cifra necessaria al ristoro di ogni singolo beneficiario, così come stimato tempestivamente e con solerzia dall’Ispettorato Agrario regionale».

«Nel frattempo – conclude Piana – stiamo lavorando sempre di più sulla prevenzione, ove possibile, oltre che sulla promozione ed il rafforzamento delle misure agroambientali del Programma di Sviluppo Rurale».