Banca Carige e Porto dei Piccoli insieme per educare i bambini all’ecologia e al riuso

La banca genovese partecipa al Festival della Cultura Creativa dell'Abi con i laboratori "Per fare un albero ci vuole... una bottiglia" e coinvolge 8 scuole elementari

Anche Banca Carige partecipa alla settima edizione del Festival della Cultura Creativa, organizzato dall’Abi su tutto il territorio italiano. Quest’anno il filo conduttore è “La natura sa quasi tutto”. L’iniziativa della banca genovese, “Per fare un albero ci vuole… una bottiglia” è realizzata in collaborazione con Feduf e con l’associazione Il Porto dei Piccoli onlus e prevede una serie di laboratori educativi con cui sensibilizzare i bambini, attraverso il gioco, verso una serie di aspetti legati al concetto di sostenibilità: il riuso, il riciclo, l’ecologia.

Partendo da un tetrapak e da una bottiglia di plastica, i bimbi delle otto classi elementari coinvolte potranno comprendere le 3 R dell’economia circolare (ridurre, riutilizzare, riciclare) e come ogni oggetto può avere una nuova vita. Dalla produzione allo smaltimento di rifiuti, fino alle microplastiche nei mari, si parlerà di tanti argomenti, sempre con un linguaggio semplice, adatto ai più piccoli.

Alle attività didattiche svolte insieme agli specialisti del Porto dei piccoli, parteciperanno anche alcuni bambini ucraini.

Questa settimana di laboratori dedicati ai piccoli alunni delle scuole genovesi prosegue il percorso di educazione finanziaria che Carige, da anni, dedica agli studenti di tutte le età, con programmi formativi che hanno l’obiettivo di aiutare gli adulti di domani a diventare cittadini responsabili, consapevoli e rispettosi di tutte le risorse ambientali, economiche e sociali.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.