«Il sito internet www.orientamenti.regione.liguria.it, nella sezione dedicata all’Ucraina, ha fatto registrare 1.700 accessi singoli nei giorni compresi tra l’11 e il 15 aprile, per un totale di oltre 4.200 pagine consultate. Per quanto riguarda invece il numero verde 800 938 883, sempre nello stesso periodo, sono 360 le telefonate ricevute, e 72 i contatti in presenza registrati dai 26 Sportelli dei consumatori, che si confermano un ulteriore, importante punto di riferimento».

Così il presidente della Regione Liguria e commissario per l’accoglienza dei profughi Giovanni Toti e l’assessore all’Istruzione Ilaria Cavo in merito all’inserimento dei cittadini ucraini in Liguria.

«Si tratta di numeri che confermano come il sistema di seconda accoglienza organizzato e messo a disposizione da Regione Liguria continui a intercettare esigenze concrete dei cittadini ucraini giunti nella nostra regione – aggiungono Toti e Cavo – Per quanto riguarda invece le lezioni di lingua italiana on line messe a disposizione, sono complessivamente 730 le persone che hanno dimostrato interesse verso questa opportunità. Sempre tra l’11 e il 15 aprile – concludono – nell’ambito dell’orientamento scolastico il personale di Orientamenti ha effettuati colloqui in presenza con oltre 30 donne che cercavano informazioni per i propri figli, e sono 80 i contatti avviati con altrettante madri ucraine».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.