Nuovi servizi, più Comuni (e popolazione) serviti, crescita del numero degli addetti. Sono i principali cambiamenti degli ultimi tre anni di SpeziaRisorse, società incaricata della riscossione dei tributi. Se ne è parlato questa mattina, a palazzo civico, un’occasione per fare anche un aggiornamento sulla nuova sede che nel prossimo autunno ospiterà gli uffici della società e anche quelli di Mobilità e Parcheggi, concentrando in un unico luogo una serie di funzioni collegate. L’obiettivo è non solo quello di migliorare l’efficienza delle due società, ma soprattutto quello di consentire a tutti i cittadini di recarsi in un unico posto per l’espletamento di numerose pratiche.

«Con l’occasione del partenariato fra Speziarisorse e il Comune di Sassuolo, vogliamo fare il punto della situazione su Speziarisorse, perché abbiamo preso in mano una società che stava in piedi con la commissione sulla Tari, mentre abbiamo voluto fare un’altra strategia – dichiara il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini – Abbiamo pubblicizzato al 100% questa partecipata e abbiamo fatto entrare altri Comuni del territorio e fuori dal nostro confine provinciale, per costruire concretamente un percorso di crescita e di garanzia per i dipendenti e per i cittadini avendo una società molto più efficiente e efficace. Una società, quindi, che si presenta al futuro anche con una nuova sede nel quartiere Umbertino i cui lavori inizieranno fra qualche settimana».

Tra il 2018 e il 2022 SpeziaRisorse è passata dai 92.441 ai 139.524 cittadini serviti, grazie all’ingresso, negli anni, dei Comuni di Monterosso al Mare, Luni, Brugnato, Sarzana, Aulla e Portovenere.

Negli ultimi 4 anni (2018-2021) gli addetti sono aumentati di sei unità.

Cresciuti anche i servizi, da quelli sociali (gestione bandi, distribuzione card, idoneità alloggiative), a quelli culturali (attivazione servizi biglietteria Teatro Civico) e cimiteriali (servizi front e back office). «L’efficientamento dei servizi è stato il grande obiettivo perseguito e raggiunto sul tema delle partecipate – dichiara l’assessore alle Partecipate e al Patrimonio Manuela Gagliardi – Speziarisorse era una società partecipata non solo dal Comune della Spezia ma anche da privati, quindi aveva la necessità di essere razionalizzata e iniziare il percorso, che è stato concluso, di renderla completamente pubblica. E lo abbiamo fatto coinvolgendo e dialogando con tutti i Comuni della Provincia perché l’obiettivo era di renderla maggiormente funzionale ed efficiente non solo per gli spezzini ma anche per il resto della Provincia. Valorizzare il lavoro e il metodo di sviluppo potevano diventare la chiave di volta, e le sono state».

E ora, in autunno, arriverà anche una nuova sede: sarà quella dell’ex Comando di Polizia Municipale in via Lamarmora e verrà condivisa con ATC MP «proprio per presidiare la zona del quartiere Umbertino – precisa Peracchini – Abbiamo investito moltissime risorse in termini di telecamere, illuminazione e ora anche come ampliamento dei servizi».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.