È stato realizzato all’Iclas – Istituto Clinico Ligure di Alta Specialità di Rapallo, accreditato con il sistema sanitario nazionale e che fa parte di Gvm Care & Research, il primo intervento in Liguria di B-Clamp, ovvero una “gastroplastica verticale” con l’inserimento di una clip che divide lo stomaco in due parti e restringendolo.

L’intervento si colloca fra le tecniche più innovative di chirurgia bariatrica mininvasiva, viene effettuato in laparoscopia e permette di evitare asportazioni, suture, bypass gastrici o intestinali o regolazioni successive del dispositivo (come avveniva per il bendaggio gastrico).

Il B-Clamp è una clip in titanio rivestita di silicone medicale, impiantata per via laparoscopica, che viene posizionata verticalmente intorno allo stomaco, parallelamente alla piccola curvatura dello stomaco, in modo da separarlo in due parti: un segmento ristretto, destinato al passaggio del cibo, e un segmento gastrico laterale più grande che viene escluso. La pressione esercitata dal dispositivo infatti, impedisce il passaggio degli alimenti, diminuendo così la quantità di cibo che può essere introdotta.

Sandro Mazzantini, a.d. di Iclas spiega: «L’intervento è stato realizzato nel Centro di cura per la grave obesità di Iclas dove si possono effettuare anche gli interventi in accreditamento con il servizio sanitario nazionale. Il potenziamento di Gvm Care & Research in Liguria, nell’ambito della chirurgia bariatrica, si esprime anche attraverso la sinergia con Villa Serena a Genova, ospedale polispecialistico del Gruppo, dove da oltre un anno, abbiamo avviato un ambulatorio per la cura dell’obesità. L’approccio multidisciplinare delle nostre strutture, rappresenta un’opportunità nella valutazione delle cure e dei trattamenti chirurgici».

L’obesità ha una diffusione molto ampia, solo in Italia colpisce circa 6 milioni di persone, di cui soltanto 22 mila si sottopongono a trattamenti medici. Secondo i dati dell’Oms a partire dagli anni Settanta i pazienti con obesità sono triplicati interessando uomini, donne e bambini, soprattutto dei paesi più sviluppati.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.