L’azienda City Green Light ha donato un video broncoscopio pediatrico all’Istituto Giannina Gaslini di Genova.

City Green Light è il principale operatore privato in Italia nel settore della Pubblica Illuminazione, partecipato da primari investitori nazionali e internazionali specializzati in progetti di efficientamento energetico. Attualmente gestisce più di 700.000 punti luce in oltre 150 comuni italiani tra cui il Comune di Genova. L’azienda punta all’innovazione e alla Green Economy proponendo solidi modelli di sviluppo per l’illuminazione pubblica e servizi smart collegati con lo scopo di accompagnare la Pubblica Amministrazione nella transizione energetica e digitale.

«Desidero ringraziare City Green Light che, con la sua erogazione a Gaslini Onlus, ha permesso di acquistare un importante macchinario per il nostro Ospedale – ha dichiarato Edoardo Garrone, presidente dell’Istituto Giannina Gaslini – si tratta di un video broncoscopio che, come ci ha spiegato Oliviero Sacco direttore della Pneumologia destinataria della donazione, grazie alla sua versatilità potrà essere impiegato nella diagnostica broncoscopica per molti nostri piccoli pazienti, dalla nascita a tutta l’età pediatrica. Uno strumento molto prezioso perché sarà utilizzato per procedure particolarmente delicate che necessitano strumenti adeguati e per questo sarà di grande utilità nella pratica endoscopica quotidiana del reparto».

«Mettere al centro le nuove generazioni e garantire loro un futuro sostenibile – spiega Alessandro Visentin, ceo di City Green Light – è nel dna della nostra azienda e, in questa direzione, va il nostro sostegno all’associazione Gaslini Onlus che si occupa della raccolta fondi per l’Istituto Giannina Gaslini di Genova, uno dei più grandi e importanti ospedali pediatrici in Italia e in Europa, impegnato nella ricerca, assistenza e cura dei piccoli pazienti. Ogni giorno lavoriamo per sviluppare progetti nelle città rivolti al risparmio energetico e alla tutela dell’ambiente, migliorando la qualità della vita, l’inclusione e la sicurezza nei territori».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.