Il 12 aprile alle 17.30 al Galata Museo- Sala degli Armatori si terrà “Genova Buenos Aires, sola andata” Il viaggio della famiglia Bergoglio in Argentina e altre storie di emigrazione, una presentazione/performance di Massimo Minella con la partecipazione di Daria Masiero, soprano e Franco Piccolo fisarmonicista.

“Genova-Buenos Aires, sola andata” è una storia di mare, di quelle che ripercorrono sul filo della memoria le tappe più significative nella storia di un Paese. Il viaggio dei Bergoglio (Mario, padre di Papa Francesco e i nonni paterni Giovanni e Rosa) è il filo conduttore di questo racconto che prende le mosse dall’omonimo libro, scritto da Massimo Minella con prefazione di Massimo Giletti, ricco di contributi forniti dai più importanti centri di documentazione italiani e argentini, De Ferrari Editore.

E se il Paese in questione è l’Italia, allora il mare non può non esserne il protagonista. Da Asti la famiglia Bergoglio raggiunse il porto di Genova, nel febbraio del 1929,e partì alla volta dell’Argentina in cerca di una nuova occasione di vita e di lavoro.

Ma la storia di questa famiglia diventa anche il paradigma di un Paese che cerca altrove il suo riscatto e che trova, spesso ma non sempre, risposte dall’Argentina. Un viaggio nella storia che ancora ci sorprende e ci spinge a indagare sul nostro passato, trovando chiavi di lettura utili a leggere anche il nostro futuro.

La riflessione di fondo di questo lavoro è un invito a non dimenticare di quando anche gli italiani sono stati «migranti» in cerca di fortuna in terre lontane, desiderosi di riscatto, alla ricerca di una nuova occasione, in fuga dalla disperazione. Molti sono tornati, moltissimi hanno sfruttato quel viaggio verso «la Merica» soltanto nella tratta di andata. Come appunto la famiglia Bergoglio che da Asti si trasferì in Argentina e non fece più ritorno.

Saranno presenti: Fabio Capocaccia, presidente del Cisei, Paola Repetti, assessore alla Cultura del Comune di Cabella Ligure, Paolo Masini, presidente del Comitato di indirizzo Mei.

Entrata a invito fino ad esaurimento posti.

Obbligo del green pass

L’evento si tiene nell’ambito di Smarginando, Festival che la Fondazione Museo Nazionale dell’Emigrazione Italiana ha ideato per promuovere e accompagnare l’apertura del nuovo Mei, il Museo dell’emigrazione italiana, che sarà inaugurato in primavera a Genova alla Commenda di San Giovanni di Pré.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.